Il triangolo amoroso è protagonista del nuovo libro di Melissa P., che con il suo “Cento colpi di spazzola” ha avuto un successo strepitoso. La storia raccontata è autobiografica, anche se solo in parte, e a quanto dice l’autrice rispecchia una tendenza ormai radicata nella società contemporanea.

Il volume si intitola “Tre” e racconta la storia di una poetessa che allaccia una relazione con due uomini. Melissa definisce il rapporto a tre come un esperimento erotico ma anche sentimentale, e afferma che le persone fanno generalmente ancora molta fatica ad accettare questo tipo di relazione, tranne che negli Usa, dove sono molto avanti sull’argomento.

Praticarli (i rapporti a tre) nella quotidianità, dichiararli, viene visto come una forma di perversione. Io, qui, parlo di queste cose. La prima cosa che mi dicono è “sei malata!”. Negli Stati Uniti, dove sono più abituati a sperimentare cose nuove, ora è in voga l’incontro tra due coppie. Da non confondere con gli scambisti, dove tutto si svolge in un territorio franco e relativamente segreto. No, parlo di appuntamenti palesi, nelle rispettive abitazioni. In Italia, la gente fa molta fatica a portare dentro casa propria i veri sentimenti.

Sono le parole di una donna che ha dentro di se un ritratto molto chiaro della società, dove a suo parere regna ancora un fitto bigottismo per quanto riguarda l’argomento sesso, soprattutto se questo non è consumato all’interno delle pareti domestiche dalle due figure tradizionalmente preposte a farlo, marito e moglie.

Il nostro paese non mostra ancora un’apertura mentale adatta per comprendere dinamiche di questo tipo, e forse con questa fatica editoriale la giovane Melissa Panarello cerca proprio di far conoscere un mondo apparentemente nascosto, per spezzare anche questo tabù. Ci riuscirà?