Le regole per vestirsi con stile? Un compito certamente arduo da esprimere sinteticamente. Ma niente panico, vi veniamo in soccorso dalla redazione con qualche piccolo consiglio. Bisogna innanzitutto partire dal presupposto che ognuno di noi ha uno stile strettamente personale e unico che convive con i propri ideali e le proprie passioni. Detto questo, esistono alcune semplici regole da tenere a mente per non compiere degli imperdonabili faux pas. Ecco un pratico e moderno vademecum per distinguersi, con classe.

1. Less is more.

Diceva Coco Chanel: “prima di uscire passate davanti allo specchio e toglietevi l’ultimo accessorio che avete indossato“. Una verità e un esercizio divertente da fare ogni volta che avete un appuntamento importante. Perché less is more. Soprattutto quando si tratta di essere eleganti.

2. Scegliete un accessorio iconico.

Pensate a Jane Birkin che con la sua basket bag in vimini ha segnato un’epoca. Occorre avere qualcosa che vi renda uniche ed irripetibili. Come un paio di scarpette rosse. O una spilla importante indossata con jeans e T-shirt. Quelle chic!

3. Prendete in prestito dal guardaroba maschile.

Indiscutibilmente sexy prendere in prestito un capo dal guardaroba del vostro lui. Specie se è la sua più classica camicia bianca con le iniziali cifrate o un elegante trench coat.

4. Indossate una paio di occhiali da sole cat-eye.

Immaginatevi delle moderne Audrey Hepburn, davanti alle vetrine di Tiffany, con un paio di elegantissimi e femminili occhiali cat-eye. Vi basterà un tubino nero e un filo di perle per completare il look.

5. Mostrate giusto un pizzico di pelle.

Al bando la volgarità: l’effetto vedo-non-vedo è molto più intrigante. Se scoprite le spalle, coprite le gambe, e viceversa. Semplice ed efficace.

6. Al calar del sole una piccola clutch.

Lasciate a casa it-bag troppo ingombranti e cambiatele con una preziosa clutch in pelle pregiata o un tessuto elegante. Non vi servirà altro per completare il look.

7. Imparate a conoscere il vostro corpo.

La vostra è una silhouette a clessidra? O più a pera? È necessario conoscersi per evitare errori imperdonabili. Le prime, ad esempio, potranno permettersi abiti fascianti. Alle seconde consigliamo maglie e top dalla linea svasata. Chi ha le gambe storte, invece, scelga lunghe gonne a piegoline al posto delle minigonne.

8. Fate una lista.

Non delle cose da acquistare, bensì dei 10 vostri capi must dal guardaroba e create i vostri look attorno a quelli. Costruitevi delle “divise” da giorno e da sera (intercambiabili a seconda delle occasioni), in modo da non dover passare troppo tempo davanti all’armadio a chiedervi “oggi cosa mi metto?“.

Leggi anche 10 capi per costruire un guardaroba perfetto