Billie Eilish afferma che non le dispiace stare da sola in quarantena

La cantante 18enne, prima in classifica con No Time To Die, si sta prendendo cura di due piccoli Pit bull.

Pubblicato il 7 aprile 2020

Tra le tante cose che questa quarantena provocata dal Coronavirus sta facendo scoprire – oltre alla passione degli italiani per la panificazione – c’è l’utilizzo di applicazioni di videochat. Ma c’è almeno una teenager che proprio non ne vuole sapere di Duo, WhatsApp, Skype, Zoom e compagnia chiamante, e si chiama Billie Elish.

La cantante, che ha firmato la canzone tema dell’ultimo film di James Bond (la cui uscita è al momento rimandata a novembre) afferma infatti di godere dell’isolamento in cui si trova buona parte della popolazione mondiale.

Sto apprezzando l’essere sola. Mi sembra che tutti su Internet stiano su FaceTime tutto il giorno, insieme ai loro amici. Li amo, non vedo l’ora di rivederli e mi mancano molto, ma allo stesso tempo… sto bene“, ha affermato la 18enne che ha scalato tutte le classifiche di vendita.

L’artista americana, che per l’appunto ha raggiunto la prima posizione grazie al brano No Time To Die, condivide questa quarantena con due cuccioli di pit bull. Intervistata per il podcast di Telekom Electronic Beats, Billie ha affermato che prendersi cura di Miss Mardy e Jim, questo il nome dei due bellissimi cuccioli, è “un lavoro a tempo pieno. Ci sono tanti pregiudizi su di loro, ma sono dolcissimi e fanno tante coccole“.

Eilish tuttavia pensa che quel senso di gratitudine per essere ritornati alla libertà di un tempo, una volta finito il lockdown, non durerà a lungo: “Non appena potremo rivedere ancora le persone e uscire fuori saremo davvero felici e grati. E dopo circa tre giorni daremo tutto ciò come scontato. È così che sono fatti gli esseri umani. Ti manca così tanto qualcosa quando non c’è e poi quando puoi averla non ci pensi più“.

 

Seguici anche su Google News!