Coronavirus: Emilia Clarke e altri vip leggono favole ai bambini in quarantena

L'iniziativa ha l'obiettivo di raccogliere donazioni per garantire un pasto ai piccoli in difficoltà

Pubblicato il 31 marzo 2020

Con il diffondersi dell’emergenza Coronavirus, tutte le scuole sono state chiuse per limitare il contagio ed i bambini sono costretti a rimanere a casa per intere giornate.

Per aiutare i piccoli a divertirsi e trascorrere un’ora in spensieratezza, Save the Children e No Kid Hungry hanno lanciato il progetto Save with Stories. Si tratta di un’iniziativa a cui hanno aderito tantissime star tra cui Cindy Crawford, Jennifer Garner, Eva Longoria, Chris Pratt e Natalie Portman.

Attraverso le storie su Facebook e su Instagram, i vip si dedicano alla lettura di fiabe e favole per bambini così da tenere impegnati i piccoli di casa dando al contempo un’ora di pausa ai genitori. Il secondo obiettivo dell’iniziativa è quello di raccogliere più donazioni possibili per garantire un pasto a tutti quei bambini che si trovano in una situazione di bisogno e che non possono più usufruire delle mense scolastiche.

Ha partecipato al progetto anche Emilia Clarke attraverso un videopost pubblicato sul suo profilo Instagram. L’attrice, con il suo cagnolino tra le braccia, ha letto Bear’s Loose Tooth ovvero la fiaba di Karma Wilson e Jane Chapman che racconta le avventure di un orso alle prese con un dentino che dondola.

La diva de Il Trono di Spade sta partecipando attivamente anche al progetto SameYou, un’associazione benefica che ha fondato lei stessa dopo essere stata colpita da due aneurismi cerebrali. In questo caso l’obiettivo è raccogliere 250 mila sterline per aiutare chi è colpito da lesioni cerebrali a riprendersi velocemente e, così, liberare più letti d’ospedale possibili per i pazienti colpiti da Coronavirus.

A dodici donatori scelti casualmente, Emilia ha dato anche la possibilità di cenare virtualmente insieme e chiacchierare del più o del meno in diretta streaming!

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Natalie Portman

Credits foto: