Natalie Portman: sul suo abito i nomi delle registe escluse dagli Oscar 2020

La provocazione dell'attrice sul red carpet è stata molto semplice ma altrettanto diretta

Spettacolo

Anche sugli Oscar 2020 non poteva che ricadere qualche polemica, come accade per ogni evento ufficiale che si rispetti. La stoccata questa volta è arrivata da Natalie Portman, ospite alla cerimonia della 92esima edizione degli Academy Awards al Dolby Theatre di Los Angeles.

L’attrice sul red carpet ha sfoggiato un raffinato abito nero e oro firmato Dior ma a colpire l’attenzione di tutti è stata la cappa scura sulla sue spalle. Sui bordi del mantello erano infatti ricamati in oro i nomi di tutte le registe ingiustamente escluse dall’Academy: Lorene Scafaria (Le ragazze di Wall Street – Hustler), Lulu Wang (The Farewell), Greta Gerwig (Piccole donne), Mati Diop (The Farewell), Marielle Stiles Heller (Un amico straordinario), Melina Matsoukas (Queen & Slim), Alma Har’el (Honey Boy) e Céline Sciamma (Ritratto della giovane in fiamme).

La provocazione dell’attrice è stata molto semplice ma altrettanto diretta in quanto ha centrato l’attenzione sulla questione della scarsa presenza femminile nelle nomination di quest’ultima edizione degli Oscar, così come lei stessa ha dichiarato: “Volevo dare un riconoscimento alle donne di cui non è stato riconosciuto l’incredibile lavoro di quest’anno“.

C’è da dire che la Portman è sempre stata molto sensibile all’argomento, basti ricordare la cerimonia del Golden Globe del 2018. Per l’occasione l’attrice aveva presentato sul palco i candidati nella categoria “Miglior Regista” con delle parole provocatorie e ben mirate: “Ed ecco la lista tutta maschile di candidati“. D’altronde, come darle torto se si pensa che nella storia degli Oscar è stata solo una la donna (Kathryn Bigelow) ad aver ottenuto tale riconoscimento?