Euroluce 2019: la top 10 degli espositori e novità

Da martedì 9 a domenica 14 aprile torna il punto di riferimento internazionale dell’illuminazione d’ambiente.

Casa

Con il Salone del Mobile di Milano e la Design Week torna, da martedì 9 a domenica 14 aprile, Euroluce 2019, punto di riferimento internazionale dell’illuminazione d’ambiente, con i suoi 421 espositori presenti in questa 30esima edizione e 38.100 metri quadrati di novità.

Euroluce è, infatti, insieme a Workplace3.0, una delle biennali previste in abbinamento al Salone negli anni dispari, mentre nei pari è possibile visitare EuroCucina e Salone Internazionale del Bagno.

Sono quattro i padiglioni (9-11 e 13-15) dedicati a proposte in fatto di apparecchi per l’illuminazione da esterni, da interni, industriali, per spettacoli ed eventi, per il settore ospedaliero, per usi speciali, ma anche a quelle in fatto di sistemi di illuminazione e domotica, sorgenti luminose e software per le tecnologie della luce (qui per la mappa completa del Salone del Mobile 2019).

Vediamo insieme le novità che aspettano professionisti e appassionati di design e di arredo casa in fatto di illuminazione e la top 10 degli espositori da non perdere a Euroluce 2019.

Le novità a Euroluce 2019

Protagonista di Euroluce 2019 un’illuminazione integrata, sempre più al servizio del progetto, intelligente, capace di presentare nuovi concetti di estetica. Per illuminare, ma anche per “sentire” e “vivere” lo spazio.

Proprio come nelle tendenze arredo 2019, le parole chiave saranno quindi:

  • sperimentazione e innovazione tecnologica
  • sostenibilità
  • human centricity
  • ricerca estetica

Euroluce 2019: la top 10 degli espositori

  1. Fabbian. L’azienda, con l’arrivo di Luca Pellegrino, nuovo AD, rinnova il prodotto attraverso la totale conversione alle sorgenti led. Come pure con lo sviluppo di nuovi apparecchi di illuminazione, per cui sono stati chiamati designer di fama internazionale. Già a Euroluce, Fabbian si presenta con una prima selezione di novità prodotti, tra cui la nuova versione per spazi coperti outdoor di Saya (versione IP55), con il diffusore in vetro soffiato ispirato a una goccia di rugiada.

    Foto Ufficio stampa
  2. Ferroluce. A Euroluce Ferroluce handmade light presenta il sistema di illuminazione customizzabile Pipes. L’ispirazione per tutta la collezione retrò sono le fabbriche, i loft, i locali dallo stile underground, le stive delle navi mercantili. Forme e dimensioni lineari sono studiate per dare carattere all’arredamento più minimal, ma capaci di integrarsi anche con gli arredi più ricercati.

    Foto Ufficio stampa
  3. Oluce. Oluce presenta in anteprima Ilo, lampada a sospensione progettata dal designer madrileno David Lopez Quincoces. I richiami architettonici e la pulizia delle forme di Ilo fanno da peso sulla bilancia, in un equilibrio perfetto con il suo sottile animo decorativo e le sue preziose finiture, creando un oggetto dalla bellezza poliedrica, capace di inserirsi nei mondi e negli stili più diversi. La lampada è composta da una barra di alluminio lavorata con meccanica di precisione, divisa cromaticamente in due parti.

    Foto Ufficio stampa
  4. Zava. Tanti i progetti di Zava per Euroluce 2019, diversi per ispirazione e visione. Flamenco, dei designer Meneghello Paolelli Associati, è un progetto di lampada “destrutturata” che si ispira all’elegante fenicottero (flamenco in spagnolo); Nefertari, del designer Lorenzo Palmeri, è una lampada da parete di grandi dimensioni che riprende l’archetipo sogno di avere un corpo illuminante vagante nello spazio. Infine la lampada da terra Wa, proposta da Alessandro Zambelli, si ispira al nome antico del Giappone, la cui traduzione letterale è “armonia, pace, equilibrio”, dichiarazione di un’idea di design dalle forme semplici e rigorose.

    Foto Ufficio stampa
  5. Ingo Maurer. Nella nuova lampada a sospensione presentata in fiera di Ingo Maurer, La festa delle farfalle, 34 farfalle (e una libellula) di cartoncino tagliato a laser si posano sui rami di un esile fusto sospeso su un piatto di porcellana. Tre lampadine appoggiate come se fossero frutta, non alimentate, si illuminano per trasparenza. I LED, integrati nel piatto, emettono luce verso l’alto e verso il basso con un effetto delicato e soffuso che rende la lampada ancora più eterea e poetica.

    Foto Ufficio stampa Tom Vack © Ingo Maurer GmbH, Munich
  6. Linea Light Group. Come ogni anno, Linea Light Group  svela in anteprima il concept dello stand partendo dal claim, il cuore del progetto comunicativo. “Light On Time” enfatizza le parole Luce e Tempo, non a caso. Prendendo spunto dai principi fisici della Relatività, il brand ha immaginato la luce come una linea che attraversa un sistema di riferimento dato dall’unione delle dimensioni spaziale e temporale: lo “spaziotempo” appunto, nel quale tanto più la “linea di luce” è lunga, tanto più gli effetti che produrrà saranno marcati. La luce – Light – sta “sul” tempo – On Time – in una dimensione che fisicamente include anche la spazialità.

    Foto linealight.com
  7. Olev Light. Per la prima volta Olev arriva in fiera come espositore e l’allestimento progettato per Euroluce sarà focalizzato sul tema della luce di design per il benessere. Tra le proposte quattro nuove famiglie di lampade che comprendono più di 70 diversi corpi illuminanti. Alcune anticipazioni? Una nuova finitura metallica dai riflessi inaspettati e iridescenti, ispirata al Living Coral, il Pantone 2019, un color rame che si chiamerà Pink Copper.  Un’intera famiglia di lampade sarà dedicata al tema dell’insonorizzazione, utilizzando materiali inediti nel campo: lamierino microforato, in grado di assorbire i rumori degli ambienti garantendo comunque al corpo illuminante un’estetica raffinata e uno spessore ridotto, ma anche lichene scandinavo, un materiale naturale che non ha bisogno di manutenzione e che grazie alla sua consistenza spugnosa funge da cuscino fonoassorbente.

    Foto olevlight.com
  8. Or. Or Illuminazione nell’edizione 2019 di Euroluce si presenta con grandi novità, soprattutto per la linea in vetro di Murano. Durante la manifestazione sarà presentato in anteprima il rinnovo concettuale espresso anche nel nuovo nome del catalogo che si chiamerà IL VETRO. La materia prende vita attraverso la forma, la luce diventa protagonista del design, il tutto in un viaggio tra passato e futuro nell’arte vetraia veneziana.

    Foto orilluminazione.it
  9. Panzeri. La proposta di illuminazione decorativa di Panzeri per il 2019 porta la firma del designer di famiglia, Enzo Panzeri. Le sue ultime creazioni sono Bella e Zero Shape. Bella è un piccolo quanto performante disco di luce orientabile dal carattere contemporaneo, la miniaturizzazione della tecnologia è la chiave della sua straordinaria compattezza. Zero Shape è una famiglia di profili a sospensione, una sottile quanto uniforme linea di luce in cui sospensioni di forma quadrata ed ellittica si affiancano ora allo Zero Round, ultimo anello entrato a far parte della design collection Panzeri, di cui a Euroluce si presenta la versione parete.

    Foto panzeri.it
  10. Italamp. Ancora una volta Italamp unirà lo stile classico all’innovazione dando un tono di modernità ed eleganza alle creazioni. Tra le proposte della nuova collezione 2019 due creazioni imperdibili: Nola e Sinua.

    Foto Italamp.com