Giorgio Armani racconta 10 anni del Festival con Souvenir di Cannes

Lo stilista afferma che il rapporto tra cinema e moda ha radici molto antiche

Pubblicato il 11 maggio 2020

Giorgio Armani lancia il progetto Souvenir di Cannes per ricordare tutte le star che ha vestito negli ultimi dieci anni per il noto festival del cinema. A causa dell’Emergenza Coronavirus il Festival Di Cannes 2020 è stato cancellato ma lo stilista ha pensato di tenere compagnia ai nostalgici attraverso questo progetto. Per raccontare i suoi look più iconici ha scelto le pagine del Corriere delle Sera. Dal 12 maggio al 23 maggio, i giorni della kermesse, ha deciso di esserci lo stesso per raccontare quelli che sono stato i momenti migliori per lui.

Tra i più fedeli allo stile di Armani c’è sicuramente Leonardo di Caprio che ha sempre scelto lo stilista per i grandi eventi. Un sodalizio che va avanti dal 2007. Lo stilista e l’attore sono in piena sintonia e tutti gli abiti indossati fanno sempre centro. Un’altra importante icona di stile è sicuramente la Principessa Charlene di Monaco. L’ex nuotatrice ha calcato il red carpet del Festival di Cannes nel 2011 con un’abito elegante di Giorgio Armani. In quell’occasione la futura Principessa ha rivelato chi l’avrebbe vestita per il suo matrimonio: lo stilista italiano. Uno dei vestiti più eleganti è sicuramente quello indossato da Sophia Loren nel 2014, per l’occasione vestì un abito della linea Armani Privé.

Il Festival di Cannes 2020 non si si terrà nelle date canoniche di maggio, e né tantomeno tra fine giugno e inizio luglio, come si prospettava. Il presidente francese Macron ha deciso di sospendere ogni tipo di manifestazione per evitare assembramenti. Sembra sempre più probabile la collaborazione con il Festival del Cinema di Venezia che è attualmente programmato per il mese di settembre. La pandemia ha messo in ginocchio l’intero settore cinematografico e dei festival. I presidenti delle due manifestazioni hanno ricevuto diversi inviti di collaborazione da altri eventi per cercare di realizzarne uno unico alla fine dell’emergenza.

Storia

  • Festival di Cannes