Golden Globe 2020: Tom Hanks dedica il premio alla carriera alla famiglia

L'attore tra le lacrime ha ringraziato la moglie e i figli per averlo sempre sostenuto

Spettacolo

Storia

Tom Hanks ha ritirato il Premio alla Carriera ai Golden Globe 2020 e lo ha dedicato alla sua numerosa famiglia. L’attore, celebre per film che hanno conquistato milioni di spettatori in tutto il mondo, ha vinto due Golden Globe (e due Premi Oscar) per Philadelphia e Forrest Gump.

Un riconoscimento meritato, quello alla carriera, che Tom Hanks ha voluto dedicare a sua moglie e i quattro figli: “Un uomo si deve ritenere fortunato già quando ha una famiglia come la mia in prima fila” ha detto l’attore trattenendo a stento le lacrime.

Non sarei qui se la mia famiglia non avesse sopportato la mia assenza per mesi e mesi. Non posso spiegare cosa il vostro amore significhi per me” ha continuato indicando la moglie e i figli.

Ho una moglie eccezionale, che mi ha sempre sostenuto, e mi ha insegnato cosa sia l’amore, e dei figli che sono più forti, più coraggiosi, più saggi del loro vecchio“. Tom Hanks si riconferma così uno degli attori più amati e più gentili in tutta Hollywood, come spesso lo descrivono colleghi e giornalisti.

Tom e sua moglie Rita Wilson, conosciuta sul set del film Un ponte di guai, si sono sposati nel 1988. Hanks aveva appena divorziato dalla prima moglie Samantha Lewes, scomparsa nel 2002, dalla quale aveva avuto i primi due figli, Colin, anch’egli attore, e Elizabeth. Con Rita ne arrivano altri due, Chester e Truman Theodore. Molto uniti, erano tutti presenti alla premiazione, durante la quale l’attore ha ringraziato i suoi quattro figli, includendo Samantha Bryant, moglie di Colin Hanks. L’intera famiglia ha posato sul red carpet.

Il discorso commosso di Tom Hanks
Samantha Bryant, Colin Hanks, Rita Wilson, Tom Hanks, Elizabeth Ann Hanks, Chet Hanks, e Truman Theodore Hanks ai Golden Globe 2020 (foto Getty Images)

Tanti i film in uscita per Tom Hanks nel 2020: Greyhound, diretto da Aaron Schneider, il fantascientifico BIOS di Miguel Sapochnik, e infine a dicembre sarà al cinema con News of the World.