Leggings: come abbinarli per un look sofisticato

C’è chi non li considera pantaloni a tutti gli effetti, eppure le tendenze li incoronano come must have: gli outfit da copiare

Pubblicato il 15 ottobre 2020
Moda

Nella storia della moda contemporanea, i leggings sono al centro di un dibattito accesissimo tra chi li considera pantaloni a tutti gli effetti e chi li vorrebbe relegati ai look sportivi o casalinghi: la nostra redazione ama questo capo confortevole, per questo vi racconta come abbinarli per un look sofisticato, che anche le più acerrime nemiche del casual non potranno che approvare.

Naturalmente, trattandosi di un pantalone particolarmente aderente, non sta sempre bene a tutte. O meglio, è opportuno pensare ad alcuni accorgimenti. Chi ha i fianchi larghi può scegliere una maglia lunga e morbida, ma avvitata, se non si sente a proprio agio. Le minute di statura, invece, possono puntare a tacchi alti per completare il look e slanciare la figura. In ogni caso, è importante non demonizzare i leggings considerandoli qualcosa con cui non si può neppure uscire di casa.

Un po’ di storia

Se la disputa sulla “dignità” e la “decenza” dei leggins è recente, la storia di questo capo è invece ben più lunga. Le prime testimonianze ci portano nella Scozia del XIV secolo, quando questi pantaloni erano indossati dagli uomini, spesso divisi in due gambe e fermati come ghette. Diffusi in tutto il mondo sempre tra gli uomini, nel XIX secolo iniziano a essere indossati, sempre con singole gambe, anche dalle donne sotto gli abiti.

I leggings come li conosciamo oggi si devono alla rivoluzione estetica degli anni Cinquanta e Sessanta e a DuPont che ha commercializzato i primi leggings in lycra nel 1959. Arrivarono, poi, Emilio Pucci e Mary Quant che li abbinarono come calze a gonne mini, abiti a trapezio e tacchi con plateau, la Sandy di Grease, con l’iconico modello in pelle nera.

Negli anni Ottanta diventano un must have (chi di noi non ricorda i fuseaux?). Si portano durante le lezioni di aerobica con gli immancabili scaldamuscoli, certo, ma anche con gonne e miniabiti, sotto camicie lunghe, con stivali biker o sneakers (vedi Madonna con leggings in pizzo sotto la gonna durante il suo tour Like A Virgin).

Rimasti in soffitta negli anni Novanta, i leggings sono tornati prepotentemente di moda all’inizio dei Duemila, specialmente nelle versioni in cotone nero, in ecopelle, in denim o con piccole stampe animalier o floreali per le giovanissime.

5 look sofisticati per abbinare i leggings

Vi abbiamo fatto venir voglia di indossarli? Ecco come abbinare con stile i leggings per dare vita a un look chic.

  1. Con camicia bianca e mantella (Pinterest – Photo by Palace Lee/REX/Shutterstoc)

    Con camicia bianca e mantella. Il primo outfit da copiare è rubato a una star, Selena Gomez. Un abbinamento per tutti i giorni, sofisticato ma comodo, con lunga camicia bianca, mantella sulle spalle (un must dell’inverno) e décolleté.

  2. Con cappotto e sneakers bianche (Pinterest)

    Con cappotto e sneakers bianche. Le sneakers bianche sono le più chic tra le scarpe “da ginnastica”. Questo look semplice e dai colori neutri, con maglia e pantaloni neri e cappotto grigio, è minimal e sofisticato.

  3. Con maglione e ballerine animalier (Pinterest)

    Con maglione e ballerine animalier. Bastano un paio di ballerine animalier per rendere speciale un look con un morbido cardigan, t-shirt bianca e pantaloni neri.

  4. Con stivali overknee (Pinterest)

    Con stivali overknee. L’aderenza dei leggings è perfetta per abbinarli a stivali sopra il ginocchio. Se volete evitare l’effetto pantera sexy, scegliete scarpe con tacco basso e capi sobri.

  5. In pelle con cappotto beige (Pinterest)

    In pelle con cappotto beige. Un tocco grintoso al look? Ci pensano i leggings in (eco) pelle, qui in un total black abbinato al cappotto beige, che fa subito effortless chic.

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Abbinamenti