Calamari in salsa rossa: un secondo piatto per buongustai

Aggiornato il 10 luglio 2019
[INFORICETTA]

Eccovi, oggi, un secondo piatto di pesce preparato con ingredienti semplici. Non è una ricetta veloce, ma il risultato vi ricompenserà e certamente qualche volta penserete di condividerlo.
Fra i pesci vari, i calamari hanno sempre i loro amatori è per questo che si preparano con ricette varie.
Abbiamo trovato i calamari come squisito antipasto misto mare e come secondo piatto addirittura ripieni.
La pietanza di oggi si prepara con ingredienti semplici, pomodori maturi, burro, aglio, rosmarino, olio, sale, pepe, ma è molto appetitosa.
Come mia abitudine, consiglio del buon vino bianco e, in compagnia e se volete dar tono alla vostra cena o al vostro pranzo, trovo adeguato un buon vino bianco. Per chi sta attento alla bilancia questo piatto ha 340 calorie per porzione.
Il vino
Breganze – Pinot Grigio Doc
Si sposa benissimo con secondi di pesce ed in particolare pesci di mare al forno. Ma è ottimo anche con arrosti di carni bianche e rosse, formaggi piccanti e pollame nobile. Va degustato in calici bordolesi a una temperatura di 16-18°C.
Il Breganze Doc Bianco si abbina a minestre, zuppe di pesce, pesci bolliti o con salse dal sapore delicato. Va degustato in calici di media capacità a tulipano svasato a una temperatura di 8-10°C.

Preparazione

Pulite accuratamente i calamari (tenete a parte la vescichetta con l'inchiostro), lavateli molto bene, quindi tagliateli a striscioline e lasciateli scolare. Tritate finemente le foglie di rosmarino, insieme all'aglio, poi mettete il ricavato in una casseruola, unite ½ bicchiere di olio, mettete sul fuoco e lasciate riposare per un paio di minuti. Mette poi nel recipiente i calamari e continuate la rosolatura, rimescolando spesso. Lavate i pomodori, passateli al setaccio e unite il passato ai calamari, aggiungete anche le vescichette con l'inchiostro, il sale necessario ed un pizzico di pepe (possibilmente macinato di fresco), incoperchiate ermeticamente e lasciate cuocere a fuoco moderatissimo per circa un paio d'ore (l'ebollizione dovrà essere appena accennata), badando di aprire il meno possibile il recipiente. A cottura ultimata incorporate all'intingolo il burro crudo. Se il sugo fosse troppo liquido, incorporate al burro un poco di farina, assaggiate e se vi sembra necessario salate, poi servite subito ben caldo. Potrete accompagnare il piatto con pisellini stufati o con carote passate al burro e prezzemolo. photo credit: avlxyz via photopin cc

Articolo originale pubblicato il 25 novembre 2014

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Ricetta del Giorno
  • Ricette con pomodori
  • Ricette per cena