Robert Pattinson: i 34 anni dell'ex vampiro e nuovo Batman

Da Harry Potter a Twilight, per arrivare infine a Batman: ecco come l'attore ha cercato in tutti i modi di rifarsi una reputazione dopo gli esordi.

Pubblicato il 13 maggio 2020

Lo abbiamo conosciuto come Edward Cullen, anche se ha debuttato nei panni di Cedric Diggory nella saga di Harry Potter, e presto lo vedremo vestire l’armatura di Batman: stiamo parlando di uno degli attori più sexy dei nostri giorni, Robert Pattinson, che proprio oggi compie 34 anni.

In attesa di scoprire se il suo fidanzamento con la collega Suki Waterhouse, compagna anche di quarantena, si trasformerà in un matrimonio, l’attore londinese ha soffiato le candeline insieme alla compagna. Non che vi siano prove dell’accaduto, considerato quanto Pattinson tenga alla propria privacy, un’attenzione nata dalla fama mondiale acquisita grazie al ciclo cinematografico di Twilight.

Una carriera, quella di Robert, segnata almeno agli esordi da trasposizioni letterarie: da Harry Potter a Twilight il passo è decisamente lungo, come quello che dall’infanzia porta all’adolescenza. Ma nel corso degli anni lo schivo attore, che rappresenta un unicum all’interno del panorama hollywoodiano, ha voluto fare tutta una serie di scelte controcorrente per emanciparsi dall’ideale di bello e dannato che gli era stato appioppato dalla stampa.

Dopo altri due ruoli romantici in Come l’acqua per gli elefanti e Bel Ami – Storia di un seduttore è arrivato il ciclone David Cronenberg a saggiare le capacità attoriali di Pattinson: prima nel caotico e verbosissimo Cosmopolis, quindi nel satirico Maps to the Stars; nel mezzo il post-apocalittico The Rover. Tutti film che hanno sporcato un’immagine troppo levigata di un attore che si butta a capofitto nei ruoli senza pensare troppo alle conseguenze.

I più recenti Queen of the Desert al fianco di Nicole Kidman, Life, il controverso The Childhood of a Leader – L’infanzia di un capo, l’avventuroso Civiltà perduta, il frenetico Good Time e il fantascientifico High Life, per non parlare dell’horror The Lighthouse, disegnano i passi di una carriera impostata quasi scientificamente allo scopo di distruggere l’immagine del vampiro romantico con cui ancora in molti identificano Pattinson.

L’ultimo capitolo di questa saga è allora il prossimo The Batman diretto da Matt Reeves, per il cui ruolo l’attore ha scelto di non ingrossare troppo il suo fisico minuto, proprio per delineare un nuovo Bruce Wayne, più al passo coi tempi. Nel frattempo potremo ritrovare Robert al cinema (in sala oppure on demand a casa) nell’attesissimo nuovo progetto di Christopher Nolan, il misterioso Tenet.

Storia

  • Robert Pattinson