Vestiti per damigelle: guida alla scelta e consigli per non sbagliare

I colori da evitare, le opzioni in base al fisico e le dritte per scegliere al meglio.

Amore

I vestiti per le damigelle sono un tassello fondamentale nell’organizzazione del matrimonio, sia esso con rito religioso che con quello civile: la nostra redazione ha pensato a una piccola guida alla scelta con consigli per non sbagliare e regalare un colpo d’occhio unico a sposi e invitati alla cerimonia.

Che ruolo hanno le damigelle? Queste figure, molto diffuse nei matrimoni americani, sono ormai comuni anche da noi. Aiutano le testimoni a organizzare l’addio al nubilato, affiancano la sposa nella preparazione, aprono il corteo nuziale, sistemano strascico, velo, capelli e make-up e partecipano ai momenti più belli come quelli delle foto e della distribuzione di bomboniere e confetti. Possono essere le mogli dei testimoni o un gruppo di amiche particolarmente legate alla sposa, e sarà lei stessa a sceglierle.

Le damigelle possono essere adulte, ma anche bambine. In questo caso affiancheranno il paggetto, il cui compito è quello di introdurre la sposa, assistere i testimoni, portare le fedi nuziali al momento dello scambio degli anelli.

Tra le damigelle, poi, spicca la damigella d’onore, di solito la sorella o la migliore amica della sposa.

Come devono vestirsi le damigelle e la damigella d’onore? Ecco una guida alla scelta degli abiti da cerimonia e i consigli per non sbagliare.

Consigli per l’acquisto

Prima di acquistare i vestiti per le damigelle, è bene conoscere il parere della sposa. Il matrimonio, infatti, potrebbe avere un tema, un colore, un fiore dominante ed è necessario che anche questi abiti siano in qualche modo coordinati.

L’ideale è che la sposa si rechi insieme alle damigelle almeno alla prima “sessione di shopping” per dare il suo parere. Si potrebbe trasformare in una giornata speciale tra ragazze e, dopo un giro per negozi, in un momento rilassante per tutte in Spa o con un aperitivo.

Colori e modelli degli abiti per le damigelle

Come abbiamo già accennato, per il colore dei vestiti delle damigelle è opportuno tenere conto della tinta “guida” del matrimonio. Generalmente per le damigelle si opta per tonalità pastello. Da evitare, come per tutti gli altri invitati, il bianco (esclusiva della sposa) e il nero (sdoganato spesso, però, per cerimonie informali serali).

Ogni colori ha tantissime sfumature, dunque non sarà difficile trovare quella che sta bene a tutte, tenendo conto del fatto che le damigelle potrebbero essere un mix di bionde, more, carnagioni e fototipi diversi. Un’alternativa valida, in questo caso, è quella di scegliere lo stesso identico vestito ma in tonalità differenti, a ciascuna la sua.

Gli abiti per le damigelle si possono scegliere tra i tanti vestiti da cerimonia di tendenza, tenendo bene a mente queste indicazioni:

  • non devono mai essere eccessivi né superare in opulenza quello della sposa, che è e deve restare la vera grande protagonista della giornata;
  • devono rifarsi allo stile del matrimonio (vintage, classico, moderno, boho) o almeno non apparire in contrasto;
  • meglio preferire il lungo per le cerimonie pomeridiane con cena o ricevimento serale.

La damigella d’onore, poi, dovrebbe avere sull’abito alcuni dettagli più preziosi o degli accessori diversi in grado di sottolineare questo ruolo speciale.

Vestiti per damigelle: come sceglierli in base al fisico

Infine, considerando che le damigelle potrebbero avere un fisico molto diverso tra loro, particolare attenzione occorre nella scelta del modello.

Se le ragazze hanno tutte un’altezza media e un fisico longilineo, naturalmente, il problema non sussiste e qualsiasi tipo di modello starà bene a ognuna di loro, da quello con taglio impero all’abito ad A.

Ma se c’è una damigella molto alta e una bassa, una sottile e una curvy? In questo caso si può optare per modelli passepartout. In particolare gli abiti a portafogli e gli chémisier donano un po’ a tutti i tipi di fisico. Bouquet abbinati completeranno il look.

Credits foto: