Quante volte abbiamo fantasticato sulla possibilità di dimagrire svolgendo attività quotidiane come le pulizie di casa o come il sesso (che dire quotidiano è quasi utopico, ma possiamo sorvolare)?

Ovviamente non stupisce che la ginnastica da camera sia equivalente a una qualche attività fisica, ma le calorie bruciate non sarebbero così eclatanti da permettere di sostituire il sesso alla palestra.

Tempo fa, alcuni ricercatori del Quebec avevano infatti quantificato le calorie perse durante un rapporto sessuale; in realtà il presunto dimagrimento dipenderebbe dalla posizione, dalla durata, dall’intensità, ma in qualunque caso (a meno di acrobazie da circo) risulterebbe sempre meno di quello ottenuto con l’esercizio fisico regolare e controllato.

Tanto per fare un esempio pratico, correre brucerebbe il doppio delle calorie consumate sotto le lenzuola. Dall’altra il missionario farebbe perdere 250 calorie, contro le 600 di un rapporto in piedi (cifre che poi cambiano a seconda del ruolo attivo o passivo all’interno della coppia e, naturalmente, della durata…).

In ogni caso, nonostante gli studi e le ricerche, ho come la sensazione che il sesso aiuti in molte cose, ma di sicuro non nel dimagrimento. Anche se ipoteticamente aveste a disposizione 3 o 4 ore al giorno per farlo.

Mi rendo conto poi che secondo gli esperti si dovrebbe trovare il tempo per un buon sesso, il tempo per una regolare attività fisica, il tempo per coltivare le relazioni interpersonali, il tempo per dormire almeno 8 ore per notte, il tempo per stare con i figli, il tempo per lavorare e per dedicarsi alle proprie passioni. Quando inventeranno le giornate di 48 ore forse ci si potrà riuscire. Per il momento il consiglio è di alternare la ginnastica da camera nei giorni pari, con palestra e piscina nei giorni dispari. E attenzione a non farvi prendere dalla fame chimica dopo l’orgasmo, altrimenti addio dieta!

photo credit: CherryPoint via photopin cc