Ci sono molti lavoretti di Natale che si possono fare, che consentono di creare oggetti originali con materiali differenti: scopriamo come fare i lavoretti di Natale con le pigne, grande classico del periodo delle feste. Tante idee per utilizzare le pigne grandi e piccole, colorarle e personalizzarle con i glitter per realizzare lavori creativi con le pigne secche (dal centrotavola alla ghirlanda).

Le piccole pigne alla base di questi lavoretti sono un materiale naturale che si può reperire facilmente in giro per la città, nei parchi e nei giardini una volta cadute a terra, o nei negozi di fai da te, sono quindi economiche e si abbinano facilmente ad altro materiale utilizzato di solito per le decorazioni e i lavoretti, come nastrini e glitter.

Le maggior parte dei lavoretti proposti sono semplici da realizzare, ma ovviamente i più piccoli avranno bisogno dell’aiuto dei genitori o dei fratelli e sorelle maggior per poter ottenere un risultato soddisfacente. Tuttavia lo scopo non è certo raggiungere la perfezione, ma piuttosto stare insieme, divertirsi, creare e dedicarsi al colorato e allegro spirito del Natale.

Ecco, allora, alcuni tra i più bei lavoretti di Natale con le pigne facili da realizzare.

  • Presepe. Simpatica mini versione del presepe. Per realizzarla preparate prima di tutto una base di legno o di polistirolo rivestita con un panno color verde, da far aderire con puntine o colla a caldo. Date vita poi ai 3 personaggi, Giuseppe, Maria e il bambinello, utilizzando tre pigne e tre palline di legno. Incollate con la colla a caldo o la colla vinilica la pallina sopra la pigna, e sopra alla pallina poi incollate dei quadrati di panno, uno marrone per Giuseppe e uno azzurro per Maria. Un cima a questi panni e alla testa del bambinello incollate dei cerchietti di spago rigido come aureole. Infine, disegnate occhi e bocca sulle palline con un pennarello e incollate i personaggi sulla base, sistemando Gesù Bambino su un mucchietto di paglia tra Giuseppe e Maria.
  • Ghirlanda. Acquistando una ghirlanda di aghi di pino finti è possibile trasformarla a piacimento per poi usarla nel decorare le porte di casa. Incollate con la colla a caldo tre o quattro piccole pigne, sotto di esse incollate un grosso fiocco rosso e infine fate pendere tramite un filo da pescatore una bella pallina o una campanella.
  • Centrotavola. Scegliete in grande piatto in legno, una boule in vetro trasparente o una ciotola a tema natalizio. Per realizzare un simpatico centrotavola dovrete riempire il contenitore di tante piccole pigne colorate con la tempera. Per avere un effetto allegro ma non confusionario scegliete tre colori al massimo a piacimento, che possono essere tra quelli del Natale (bianco, rosso, verde, oro, argento) o i vostri preferiti.
  • Pacco regalo. Grazie alle pigne si possono realizzare dei pacchi regalo natalizi speciali e personalizzati. Lasciando passare un nastrino colorato tra le fessure si può infatti fermare una pigna al pacchetto, inserendo anche un rametto con bacche rosse e un bigliettino segnapacco. Le pigne possono in precedenza essere personalizzate, passando con un pennello della colla vinilica sulle punte, cospargendo di glitter di diversi colori e lasciando asciugare prima di utilizzarle.
  • Mini albero di Natale. A guardarla bene, una pigna rovesciata ha proprio la sagoma di un compatto albero di Natale. Per moltiplicare l’effetto posizionate a testa in giù una pigna su un mini vasetto in cotto, decorandola poi in base al tipo di abete che volete ottenere. Se ne volete uno al naturale, limitatevi a dipingere le estremità dei “rami” con della tempera bianca. Se preferite un abete addobbato potete sbizzarrirvi con la tempera a realizzare puntini multicolor in vece delle palline, oppure creare un puntale e delle palline in das da dipingere e inserire tra i rami.
  • Gufetto. Semplice da realizzare, infine, anche l’allegro gufetto. Da un panno marrone ritagliate una mascherina marrone, che ricalchi la sagoma semplificata della testa del gufo, con le due orecchie a punta, e ritagliate anche due ali. Incollateli su una pigna capovolta, che rappresenterà il corpo del gufo stesso. Aggiungete infine due occhi con pupilla fatti di cartoncino o acquistati sulla mascherina, e anche un becco arancione triangolare o a cono.