Sminuzzare le zucchine, le cipolle, i peperoni e i pomodori nella forma che preferite (rondelle, julienne, etc.). Ovviamente la ricetta si presta a variazioni, è infatti possibile sostituire le verdure o aggiungervi carote, funghi o altri ingredienti a proprio piacimento.

Verdure in padella

Fate scaldare un filo di olio di semi di soia, che si sposa meglio con gli spaghetti di soia e con la salsa di soia rispetto a quello d’oliva.

Verdure con olio

Versate le verdure tagliate, quindi fate appassire e rosolare. L’ideale sarebbe utilizzare il Wok.

Verdure rosolate

Mentre le verdure cuociono mettete a bollire un pentolino con l’acqua (senza sale, perché la salsa di soia è già salata di suo). Quando l’acqua bolle spegnete il fuoco e versate gli spaghetti di soia, lasciate a mollo per 3-4 minuti, quindi scolate. Importante: leggete le istruzioni sulla confezione, per la maggioranza delle marche il procedimento è questo, ma alcune richiedono una cottura di qualche minuto.

Appena le verdure saranno pronte (dopo circa 20 minuti di cottura), versate gli spaghetti di soia nella padella.

Spaghetti di soia

Fate amalgamare gli spaghetti di soia con le verdure e aggiungete la salsa di soia. Il consiglio è di metterne circa la metà, per poi aggiungerla a seconda dei propri gusti direttamente nel proprio piatto.

Spaghetti di soia e verdure

Servite e aggiungete la salsa di soia a vostro piacimento. Le salse di soia esistono di due tipi: salata e dolce. L’idea potrebbe essere di usare quella salata in fase di cottura e quella dolce nel piatto, così da dare vigore al piatto senza renderlo troppo salato.

Piatto pronto spaghetti di soia vegetariani

Se piace è possibile arricchire il piatto con della salsa piccante o del semplice peperoncino.