Cintura per cappotto: come sceglierla e come indossarla

Una tendenza presente in sfilata quanto sui social: ecco come abbinarla per valorizzare il look e il fisico

Pubblicato il 23 novembre 2020
Moda

Avete mai pensato di utilizzare una cintura per cappotto per cambiare look e dare nuova vita a questo capospalla? Se non ci avete mai pensato, o se ci avete pensato ma avete troppi dubbi sugli abbinamenti, la nostra redazione ha stilato a una serie di consigli e di outfit da copiare per capire come sceglierla e come indossarla.

Il cappotto, del resto, è un capo immancabile di ogni guardaroba invernale che si rispetti, specialmente nelle sue versioni classiche, nero o cammello. La cintura, tornata prepotentemente di moda se indossata sopra giacche e pullover come negli anni Ottanta e Novanta, è ideale proprio per dare un twist e reinventare questi modelli più tradizionali.

Ovviamente, non basta aprire l’armadio, prendere un cappotto, prendere una delle cinture disponibili e indossarli insieme per creare un look chic e pieno di stile. Anche questo accostamento, come tutto nella moda, ha il suo equilibrio da ricercare.

Come scegliere la cintura per cappotto

La cintura va scelta tenendo conto del modello e della lunghezza del cappotto, così come dell’altezza e della tipologia della cintura. Il suo scopo è quello di valorizzare la silhouette e sottolineare il punto vita. Proprio per questo è una soluzione ideale in quei tipi di fisico che hanno bisogno di un aiuto per modellare le curve, come quello a mela o a rettangolo.

Ecco delle indicazioni generali per un abbinamento in linea con le tendenze ma, soprattutto, senza errori di stile né passi falsi.

  • Cappotto largo corto o medio con cintura sottile. Un modello di cappotto abbastanza ampio, ad A oppure lungo e dritto, si abbina bene a una cintura sottile. La cintura sottile è anche quella più adatta a cappotti corti o di lunghezza media.
  • Cappotto slim lungo con cintura spessa. La cintura spessa, alta quasi come una fascia, regala una grandissima personalità, ma è adatta solo a cappotti stretti e lunghi.
  • Cappotto oversize. Con un cappotto maxi, a uovo o un teddy coat, la cintura in vita è un accessorio da evitare, in quanto rischierebbe di sformare il modello e dare vita a pieghe spiacevoli e antiestetiche.
  • Cintura a catena. La cintura a catena è tornata di moda, come tutto ciò che è anni Novanta. Ovviamente va scelta tenendo conto del colore. Un esempio? Se i bottoni sono dorati la cintura deve essere coordinata.
  • Cintura doppia. La doppia cintura è un accessorio molto grintoso, particolarmente amato dalle fashion blogger. Essendo, però, spesso, come la cintura alta va indossato solo con modelli di cappotto slanciati e slim.
  • I colori. La cintura può essere abbinata al cappotto tono su tono oppure a contrasto. La cintura nera sta bene con il cappotto nero, ma anche con il ghiaccio. Per un cappotto cammello è perfetto aggiungere una cintura marrone scuro che spicchi e sottolinei il punto vita. In ogni caso, per non strafare, meglio abbinare alla cintura sia scarpe che borsa.

Cintura: 3 look con cappotto da copiare

  1. Con cappotto a quadri (Pinterst)

    Cappotto a quadri. Cappotto a quadri? Scegliete la cintura in uno dei colori della fantasia e non sbaglierete.

  2. Cintura griffata (Pinterest)

    Cintura griffata. Spopola sui social la cintura griffata. Abbinarla al cappotto è senz’altro il modo più chic per valorizzarla.

  3. Cintura con borsetta (Pinterest)

    Cintura con borsetta. Uno dei trend dell’anno è la mini borsa in vita. Perfetta per dare un tocco originale anche al cappotto più “banale”.

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Abbinamenti
  • Moda Autunno Inverno