Giorgio Armani: sfilata a porte chiuse per il Coronavirus

Lo stilista ha optato per una sfilata in diretta streaming sul sito del brand.

Pubblicato il 23 febbraio 2020

Lo stilista italiano Giorgio Armani ha annunciato che la sfilata di oggi per la Fashion Week milanese si svolgerà a porte chiuse a causa del Coronavirus. Nel nord Italia sono stati accertati diversi casi di contagio. Lo stilista, molto sensibile al tema della salute ha deciso di lasciare in programma la sfilata per la Milano Fashion Week, ma di svolgerla a porte chiuse. La decisione nasce dall’esigenza di evitare ulteriori contatti tra le modelle, lo staff e gli invitati.

La sfilata sarà registrata e trasmessa in streaming sul portale Armani.com, come deciso da Giorgio Armani. La scelta è stata presa per non mettere a rischio la salute degli ospiti, sebbene non ci sia nessun caso o nessun fattore di rischio tra gli organizzatori. La scelta intrapresa da Giorgio Armani è stata seguita anche da Laura Biagiotti e Moncler. Entrambi hanno deciso addirittura di annullare le passerelle in programma per oggi.

Visualizza questo post su Instagram

Mr Armani with some of the special guests at the #EmporioArmani FW 20-21 fashion show #MFW Credits: @stefanoguindani @sgpitalia

Un post condiviso da Emporio Armani (@emporioarmani) in data:

Anche altri eventi, che si svolgeranno nelle prossime settimane, sono stati cancellati. Giovanni Vitaloni, presidente del Mido, la più importante fiera degli occhiali in Italia, ha deciso di spostare l’evento tra fine maggio e i primi di giugno. La manifestazione si sarebbe dovuto svolgere tra il 29 febbraio e il 2 marzo 2020.

La scelta di Armani, Biagiotti, Moncler e Vitaloni, è stata fatta in un’ottica di prevenzione e di tutela della salute. Si spera che anche altri stilisti seguano il loro esempio e decidano di annullare l’evento optando per lo streaming. In ogni caso gli inviti sono alla precauzione e non al panico.

Re Giorgio così continua a cambiare le regole della moda, dopo aver annunciato nei giorni scorsi di opporsi alla mercificazione del corpo delle modelle. Pare che sia davvero iniziata una nuova era per il mondo delle sfilate.

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Milano Moda Donna