La colazione è un momento fondamentale per iniziare bene la giornata, poiché ci dà le energie necessarie per affrontare il giorno di lavoro che ci attende. Fare una ricca colazione è un consiglio condiviso da tutti i nutrizionisti e non solo. A tal proposito, in Inghilterra una ricerca ha svelato qual è il miglior alimento da consumare al mattino: latte e cereali sono l’accoppiata vincente.

Secondo la ricerca, questi alimenti sarebbero responsabili di uno stile di vita sano e andrebbero a determinare la qualità del cibo che mangeremo durante il giorno. Ciò significa che iniziare la giornata con una scodella di latte e cereali porterà le persone a scegliere cibi sani piuttosto che cibi grassi o dolci durante l’intera giornata.

Galleria di immagini: Latte e Cereali

Lo studio trattato è stato condotto dal nutrizionista Sigrid Gibson e successivamente pubblicato sul BNF Nutrition Bulletin, in cui spiega come i cereali siano ideali per il nostro organismo perché ricchi di fibre, proteine e carboidrati.

I risultati dell’indagine derivano dalle risposte date da diverse persone di origine britannica dai 19 ai 64 anni, che hanno confessato le loro abitudini a colazione: una persona su cinque non mangia niente di solido, un terzo degli intervistati mangia latte e cereali e il 45% opta per una colazione senza cereali.

L’abitudine più comune a inizio giornata è comunque quella di bere tè o caffè, come fa l’84% delle persone. Il latte viene consumato nell’82% dei casi, seguito dai cereali con il 39%, dal pane con il 33% e infine dalla frutta che viene consumata con una percentuale pari solo al 14%, nonostante sia ottimale per il nostro organismo. Inoltre, è stato dimostrato che le donne tendono a rimanere più “leggere” rispetto agli uomini che in alcuni casi, specialmente all’estero, preferiscono iniziare la giornata con uova sode, pancetta e pane.

Gli studiosi hanno inoltre constatato che chi fa colazione regolarmente possiede un minor livello di grassi e un’energia maggiore, data dai carboidrati, che può durare fino a 24 ore, rispetto a coloro che la colazione non la fanno proprio. A loro volta però, coloro che consumano alimenti diversi dai cereali assumono più grassi e ottengono una quantità di energia minore rispetto a coloro che i cereali li mangiano tutte le mattine, ma maggiore rispetto a quelli che saltano la colazione.

Chris Seal, professore all’università di Newcastle, che ha partecipato alla ricerca, ha dichiarato:

Ciò mette sotto i riflettori ancora una volta l’importanza di fare una buona colazione e dimostra il valore di fare scelte sagge. Coloro che fanno colazione con latte e cereali generalmente tendono poi a mangiare meno grassi e zuccheri durante la giornata, assumono una maggiore quantità di proteine e altri elementi nutritivi importanti come il ferro, le vitamine e il calcio.