Spaghetti al pomodoro e pancetta: ricetta veloce, du’ spaghi diversi

Anna Carbone 29 agosto 2014
Tempo di preparazione:
5 minuti
Tempo di cottura:
15 minuti
Tempo totale:
20 minuti
Difficoltà:
Molto facile
Ingredienti per 4 persone:
  • 400 g di spaghetti
  • 300 g di pomodori
  • 100 g di pancetta
  • 3 cucchiai d'olio
  • extravergine d'oliva
  • 1 cipolla
  • maggiorana
  • sale
  • pepe

Una variante della classica ricetta degli spaghetti al pomodoro. Tanto per cambiare. Semplice, veloce, la ricetta degli spaghetti al pomodoro e pancetta comprende due ingredienti in più rispetto al piatto originale: la pancetta, naturalmente, e la maggiorana. E poiché la spaghettata è sempre la soluzione ideale per un pranzo veloce, ma anche quando il pranzo è “importante”, ho pensato a questa variante per un primo piatto diverso, che va ad arricchire il già nutrito menù degli spaghetti che abbiamo a disposizione: dai classici spaghetti all’arrabbiata della cucina romana ai più raffinati spaghetti al farro per un pranzo di tono. E per chi ama i sapori particolari, gli accostamenti originali, i piatti dietetici ma non troppo, abbiamo anche gli spaghetti alla barbabietola rossa.

Sono sono alcuni esempi, cui ho voluto aggiungere questa ricetta fatta apposta per voi, per portare in tavola du’ spaghi diversi e appetitosi: un’esperienza nuova, semplice da cucinare, che vorrete condividere con gli amici. Gli spaghetti non mancano mai nella nostra dispensa. Dunque, non sempre il tradizionale sugo al pomodoro. Sempre trendy, comunque, una sfida al nuovo che può anche piacere. Con un po’ di pancetta in più e, in sottofondo, il delicato gusto della maggiorana. Ma con l’attenzione alle porzioni. Affinché la pancetta in più non faccia “lievitare” la vostra pancetta.

L’idea in più:

Potete spolverizzare gli spaghetti, a piacere, con ricotta salata ridotta a scaglie sottili.

Il consiglio

Per una perfetta cottura della pasta occorre utilizzare almeno 1 litro d’acqua per ogni 100 g di pasta. Inoltre la pentola deve essere sempre piuttosto grande e alta: in questo modo la temperatura si terrà costante e si eviterà la formazione di colla.

Il vino

Il Verdicchio dei Castelli di Jesi Docg si sposa con tutti i piatti della cucina mediterranea:

antipasti, carni bianche, più o meno elaborate, carni bollite, funghi, tartufi, fritti di verdure.

Buono anche con le ricette più elaborate che richiedono un vino di forte personalità.

Va servito ad una temperatura di 14°-16°C.

Se degustato come aperitivo la temperatura ottimale è di 8°-10°C.

Preparazione:

In una padella ampia scaldate l'olio, imbionditevi la cipolla tritata finemente e, appena dorata, rosolatevi la pancetta tagliata a cubetti sottili. Unite i pomodori, precedentemente lessati, privati della pelle e tagliati a cubetti. Portate a fine cottura e aggiustate di sapore con sale e pepe e poca maggiorana.
Nel frattempo lessate gli spaghetti in abbondante acqua bollente salata, scolateli al dente e saltateli in padella con il condimento di pomodoro e pancetta.
Servite gli spaghetti ben caldi spolverizzati, a piacere, con pecorino grattugiato.

Photo Credit: jeffreyw via photopin cc

Note:

Informazioni utili