Donatella Versace e Allegra: 200mila euro al San Raffaele per il Coronavirus

Le stiliste hanno dedicato la loro donazione a tutti i medici e lo staff che ogni giorno combatte in prima linea per salvare centinaia di vite.

Pubblicato il 17 marzo 2020

In questi tempi di crisi pandemica dovuta abbiamo avuto modo di assistere ad atti di grande generosità. Dopo Armani e i Ferragnez, in questa gara benefica si inseriscono anche Donatella Versace e la figlia Allegra, le quali hanno annunciato di aver donato 200mila euro per combattere il Coronavirus.

La stilista 64enne ha comunicato ai propri fan su Instagram di aver elargito la grande somma per coprire le spese di allestimento di nuovi posti letti nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale San Raffaele di Milano.

Le Versace, che vivono proprio nella città capoluogo della Lombardia, hanno lodato il lavoro dello staff medico della struttura e tutti gli operatori dei servizi di emergenza, che ogni giorno rischiano la propria salute per affrontare eroicamente l’allerta.

In tempi come questi è importante restare uniti e supportare in qualunque modo possiamo tutti coloro che si trovano in prima linea, combattendo quotidianamente per salvare centinaia di vite“: questo il pensiero espresso da Donatella Versace nel suo post social.

Come ricordato, anche Giorgio Armani ha donato circa 1 milione e mezzo di euro a ospedali di Milano e Roma, oltre che alla Protezione Civile. Lo stilista è stato tra i primi a prendere decisioni drastiche contro il contagio, facendo sì che la sua sfilata durante la Milano Fashion Week avvenisse a porte chiuse.

Inoltre sono state cancellate anche le sfilate della sua nuova collezione di metà stagione che si sarebbero dovute tenere a Dubai, a metà aprile. In forse anche i fashion show di Versace e Gucci previsti nel 2021 negli Stati Uniti, mentre Prada e Chanel hanno già dovuto rimandare gli eventi in programma in Asia nel mese di maggio.

Visualizza questo post su Instagram

❤️🇮🇹

Un post condiviso da Donatella Versace (@donatella_versace) in data: