Gli ultimi zar (The Last Czars), la serie TV Netflix sui Romanov

In onda dal 3 luglio 2019 il nuovo docu-drama dedicato alla storia della casa reale che ha regnato in Russia dal 1613 al 1917.

Spettacolo

Arriva su Netflix una nuova serie tv dedicata ai Romanov: Gli ultimi zar (The Last Czars), docu-drama in onda da mercoledì 3 luglio 2019 per sei puntate.

Saliti al trono in Russia nel 1613 e deposti solo nel 1917, durante la Rivoluzione d’ottobre, i Romanov continuano ad affascinare l’immaginario collettivo non solo per la longevità della loro casata, ma anche – e soprattutto – per la loro tragica fine: l’intera famiglia di Nicola II, infatti, fu fucilata a Ekaterinburg, capitale degli Urali, fatta a pezzi e data alle fiamme dai bolscevichi (compresa la celebre Anastasia, quartogenita  dello zar, secondo molti sopravvissuta all’esecuzione. Solo la prova del dna, effettuata nel 1994 ha posto fine alla leggenda di una sua fuga).

Lo zar Nicola II con la zarina Alessandra e i figli prima della Rivoluzione d’ottobre (Photo by Buyenlarge/Getty Images)

Si legge in una nota rilasciata da Netflix:  “Quando la Russia viene spazzata via agli inizi del XX secolo da uno sconvolgimento sociale, lo zar Nicola II resiste al cambiamento, scatenando una rivoluzione e mettendo fine a una dinastia“.

Non si tratta, tuttavia, di una versione russa di The Crown o di Victoria (la serie britannica andata in onda dal 2016 al 2019 con  Jenna Coleman nei panni della regina Vittoria): il progetto sulla famiglia reale russa prodotto dalla britannica Nutopia è un mix di documentario e fiction, non una serie tv vera e propria.

Una scena di Gli ultimi zar (Foto www.Nutopia.com)

La docu-serie è interpretata da Robert Jack, Susanna Herbert e Ben Carwright e si concentra su quello che è successo alla famiglia, dall’incoronazione di Nicola II alla sua fucilazione, anche attraverso interviste a storici.

Dato il fascino per l’argomento, Gli ultimi zar non è l’unico progetto sulla famiglia reale russa. Amazon Prime propone dall’aprile 2018 la miniserie in otto episodi di Matthew Weiner The Romanoffs, con Isabelle Huppert, Diane Lane, Christina Hendricks e Corey Stoll, tra gli altri.

A differenza della serie Netflix, quella di Weiner è ambientata ai giorni nostri e si concentra su persone che credono di essere i discendenti dei Romanov. Malgrado lo sforzo produttivo e la presenza di Weiner e di celebri interpreti, le 8 puntate sono state accolte in maniera abbastanza variegata dalla critica e con una certa freddezza dal pubblico.

Anche per la produzione Nutopia in onda su Netflix si parla di un ingente investimento economico e dal trailer in circolazione par di intendere che i filmati non abbiano badato a spese per quanto riguarda le ricostruzioni storiche, ambienti e costumi compresi. Solo la visione dei sei episodi potrà confermare o meno le prime impressioni.