Sarà ricordata come la premiazione con i vincitori da colpi di scena la 76esima edizione dei Golden Globe 2019, non solo per gli splendidi abiti che hanno calcato il red carpet: Lady Gaga, favorita al premio per la Migliore attrice drammatica, candidata per A Star is Born, al Beverly Hilton Hotel in California si è vista soffiare la statuetta da Glenn Close, per The Wife. Qualche minuto e Bohemian Rhapsody, sulla storia di Freddie Mercury, batteva lo stesso A Star is Born, dato per vincitore sicuro sino a poche ore prima nella categoria Miglior film drammatico.

Il film diretto da Bryan Singer, incentrato sulla carriera dei Queen, è il Miglior Film drammatico mentre Green Book di Peter Farrelly ha vinto come Miglior Commedia o Musical. Il biopic sulla nascita e il successo della band inglese ha conquistato anche il Globo d’Oro per il Miglior Attore, Rami Malek, che sul grande schermo veste i panni dello scomparso frontman Freddie Mercury.

Tre premi in tutto per Green Book, sull’amicizia tra un pianista afroamericano (Mahershala Ali, Miglior Attore non protagonista) e un buttafuori bianco (Vigo Mortensen) negli anni Sessanta: il film ha vinto anche come Miglior Sceneggiatura. Un altro grande vincitore della serata è stato Roma del regista messicano Alfonso Cuaron. Il film in lingua spagnola, non idoneo a competere per nessuna delle due categorie principali, ha vinto come Miglior Film e Miglior Regia.

Delusione, quindi, per A Star is Born diretto da Bradley Cooper, al suo debutto come regista, con Lady Gaga, che ha portato a casa solo il Globe per la Migliore canzone originale, e il biopic Vice di Adam McCay, che ha ottenuto sei nomination ma ha vinto solo con Christian Bale (Miglior Attore categoria comedy) per il suo ritratto dell’ex vice presidente americano Dick Cheney.

Se l’anno scorso il punto focale della serata (come delle altre cerimonie di premiazione compresi gli Oscar), furono i diritti delle donne e i movimenti Metoo e TimesUp, nei Golden Globe 2019 è stata l’inclusione razziale il tema sociale più sentito, a partire dai discorsi di Andy Samberg e Sandra Oh, presentatori della serata. Regina King, premiata per Se la strada potesse parlare, ha fatto uno dei pochi discorsi a contenuto politico della serata, promettendo di produrre, nei prossimi due anni solo progetti con il 50% delle donne impiegate in cast e crew. Il regista di Green Book, Peter Farrelly, ha parlato del tema raccontando nel film la storia di un musicista nero che non poteva esprimere la sua musica per via del colore della sua pelle e di un italo-americano.

Christian Bale, infine, nell’accettare il premio per il migliore attore protagonista di un film comedy, con Vice, ha ringraziato il diavolo:Grazie Satana per avermi dato l’ispirazione per interpretare questo ruolo”, ha detto l’attore che, con la sua consueta abilità (e una dieta ipercalorica che gli ha fatto guadagnare 30 chili), si è completamente trasformato nella controversa figura di Dick Cheney, potente vice-presidente durante l’amministrazione di George W. Bush.

Ecco in dettaglio tutti i vincitori dei Golden Globe 2019 e gli abiti più belli sul red carpet (non più rigorosamente black come lo scorso anno).

Tutti i vincitori dei Golden Globe 2019

Miglior miniserie

American Crime Story: L’assassinio di Gianni Versace (FX)

Miglior attrice in una miniserie

Patricia Arquette, Escape at Dannemora

Miglior attore in una miniserie

Darren Criss, American Crime Story: L’assassinio di Gianni Versace

Miglior serie tv comedy

Il metodo Kominsky (Netflix)

Miglior attrice in una serie tv comedy

Rachel Brosnahan, The Marvelous Mrs. Maisel

Miglior attore in una serie tv comedy

Michael Douglas, Il metodo Kominsky

Miglior serie drammatica

The Americans (FX)

Miglior attrice in una serie drammatica

Sandra Oh, Killing Eve

Miglior attore in una serie drammatica

Richard Madden, Bodyguard

Miglior attrice non protagonista in una serie

Patricia Clarkson, Sharp Objects

Miglior attore non protagonista in una serie

Ben Whishaw, A Very English Scandal

Miglior film musical o commedia

Green Book

Miglior attrice in una commedia o in un film musical

Olivia Colman, The Favourite

Miglior attore in un film musical o in una commedia

Christian Bale, Vice – L’uomo nell’ombra

Miglior film drammatico

Bohemian Rhapsody

Miglior attrice in un film drammatico

Glenn Close, The Wife

Miglior attore in un film drammatico

Rami Malek, Bohemian Rhapsody

Miglior attrice non protagonista in un film

Regina King, Se la strada potesse parlare

Miglior attore non protagonista in un film

Mahershala Ali, Green Book

Miglior regista

Alfonso Cuarón, Roma

Miglior colonna sonora originale

Justin Hurwitz, First Man

Miglior canzone

“Shallow”, A Star is Born

Miglior sceneggiatura

Peter Farrelly, Nick Vallelonga, Brian Currie, Green Book

Miglior film straniero

Roma

Miglior film d’animazione

Spider-Man: Into the Spider-Verse

Golden Globe 2019: gli abiti più belli sul red carpet

Lady Gaga in Valentino

Splendida creazione color pervinca Haute Couture di PierPaolo Piccioli per la Germanotta, che pur a bocca asciutta per quanto riguarda la sua interpretazione di A Star is Born, si porta a casa il Globo d’Oro per la migliore canzone.

Abito Haute couture di Valentino color pervinca per Lady Gaga
Lady Gaga (Photo by George Pimentel/WireImage/Getty Images)

Charlize Theron in Dior

Bianco e nero l’abito disegnato da Maria Grazia Chiuri per l’attrice sudafricana candidata per la sua interpretazione in Tully; di Bulgari i gioielli. Capelli raccolti e sguardo luminosissimo hanno fatto di lei una delle più belle sul red carpet.

Charlize Theron in un abito bianco e nero di Dior
Charlize Theron in Dior

Alison Brie in Vera Wang

Custom il vestito pervinca con lungo strascico e trasparenze di Zoya la Destroya di Glow, ruolo per il quale l’attrice si è dovuta sottoporsi a un allenamento folle e passare molto tempo sul set inguainata in tutine che poco o niente lasciano all’immaginazione.

Alison Brie in abito con strascico pervinca di Vera Wang
Alison Brie in Vera Wang

Anne Hathaway in Elie Saab

Animalier con reggiseno rosso il longdress sfoggiato dalla Pretty Princess per antonomasia, che ha lasciato a vista la gamba con uno spacco laterale mozzafiato, in puro stile Angelina Jolie.

Anne Hathaway in abito animalier di Elie Saab
Anne Hathaway in Elie Saab

Emily Blunt in Alexander McQueen

Ricami e trasparenze argentate hanno fasciato la nuova Mary Poppins sul red carpet dei Globe Globe 2019: un abito della griffe britannica splendido per lavorazione artigianale.

Emily Blunt in abito grigio e argento di Alexander McQueen
Emily Blunt in Alexander McQueen

Irina Shayk in Atelier Versace

Ha scelto un abito d’oro della maison italiana l’ex Angelo, sposata con Bradley Cooper (tornato a casa a mani vuote) ormai da quasi 4 anni, che ha compiuto il 6 gennaio 33 anni.

Irina Shayk e Bradley Cooper sul red carpet dei Golden Globe 2019
Irina Shayk in Atelier Versace e Bradley Cooper (Photo by George Pimentel/WireImage)

Emma Stone in Louis Vuitton

Non il migliore dei suoi look, eppure la protagonista di La La Land non smette di incantare quando calca il red carpet, pure fosse una tunica salmone e argento creata per lei da Nicolas Ghesquière.

Emma Stone in abito salmone di Louis Vuitton
Emma Stone in Louis Vuitton (Photo by Steve Granitz/WireImage)

Nicole Kidman in Michael Kors

Statuario il fisico dell’attrice australiana messo in mostra dall’abito guaina color borgogna; minaudiere sferica d’argento e immancabile al fianco il marito Keith Urban.

Nicole Kidman in abito borgogna di Michael Kors
Nicole Kidman in Michael Kors (Photo by George Pimentel/WireImage)

Patricia Arquette in Vivienne Westwood Couture

Premiata come miglior attrice in una miniserie per Escape at Dannemora, l’attrice ha camminato sul tappeto rosso in un abito in seta nera con corsetto drappeggiato.

Patricia Arquette in abito nero di Vivienne Westwood Couture
Patricia Arquette in Vivienne Westwood Couture (Courtesy Press Office)

Julia Roberts in Stella McCartney

Scenografico l’abito della griffe britannica scelto dalla Roberts, con pantaloni neri e lunga coda in chiffon. Come sempre, il sorriso a regalare quel quid in più che ha solo lei.

Julia Roberts in abito Stella McCartney
Julia Roberts in Stella McCartney (Photo by Steve Granitz/WireImage)

Glenn Close in Armani Privé

Non poteva che essere Re Giorgio a vestire una signora del grande schermo come la Close, premiata per la sua interpretazione in The Wife ed elegantissima nel velluto nero con dettaglio argentato del suo abito.

Glenn Close in abito di velluto nero di Armani Privé
Glenn Close in Armani Privé (Photo by Kevin Winter/Getty Images)

Saoirse Ronan in Gucci

Da poco sullo schermo nei panni di Maria Regina di Scozia, la giovane attrice (candidata agli Oscar a soli 14 anni per Espiazione), era deliziosa nell’abito con fili d’argento disegnato da Alessandro Michele.

Saoirse Ronan in abito di Gucci
Saoirse Ronan in Gucci (Photo by David Crotty/Patrick McMullan via Getty Images)

Penélope Cruz in Ralph&Russo

Candidata per la sua interpretazione di Donatella Versace, nella miniserie sull’omicidio Versace, l’attrice spagnola ha preferito a Chanel, di cui è ambasciatrice, una complicata creazione nera e strass di Ralph&Russo.

Penélope Cruz in abito nero di Ralph&Russo
Penélope Cruz in Ralph&Russo (Photo by Steve Granitz/WireImage)

Rosamund Pike in Givenchy

Regale come da manuale la bionda londinese, in corsa per il suo toccante ruolo in A Private War: di Claire Waight Keller l’abito nero con cut out laterale e giacca d’argento.

Rosamund Pike in abito nero di Givenchy
Rosamund Pike in Givenchy (Photo by Daniele Venturelli/WireImage)

Rachel Brosnahan in Prada

Diventata celebre nei panni della casalinga protagonista di The Marvelous Mrs. Maisel, per cui ha vinto il Golden Globe 2019, l’attrice era deliziosa nell’abito di seta giallo canarino della casa di moda italiana.

Rachel Brosnahan in abito giallo di Prada
Rachel Brosnahan in Prada (Photo by David Crotty/Patrick McMullan via Getty Images)

Lupita Nyong’o in Calvin Klein

Non delude, come ogni volta, il red carpet della splendida attrice keniota, per l’occasione in abito fasciante blu con fili di perline. Fotografatissima l’acconciatura.

Michael B. Jordan e Lupita Nyong'o sul reda carpet dei Golden Globe 2019
Michael B. Jordan e Lupita Nyong’o (Photo by George Pimentel/WireImage)