Basato sul libro Queen of Scots: The True Life of Mary Stuart dello storico John Guy, Maria Regina di Scozia, il film con Saoirse Ronan e Margot Robbie, segna il debutto alla regia di Josie Rourke, prima donna alla direzione artistica del Donmar Warehouse, celebre teatro londinese. DireDonna vi racconta tutto quello che c’è da sapere sul film è uscito nelle sale il 17 gennaio 2019: dal cast completo alla recensione e trailer. Il film è candidato agli Oscar 2019 con 2 nomination.

Girato in Scozia e in Inghilterra (nella Cattedrale di Gloucester, che già si prestata a divenire la scuola di Hogwarts di Harry Potter, è stata utilizzata per ricreare i chiostri e i corridoi di Hampton Court, mentre la cripta della Cattedrale è stata scelta per la cella in cui Maria è incarcerata prima dell’esecuzione), il lungometraggio è ambientato tra il 1561 e il 1587, dallo sbarco di Maria Stuarda a Leith, in Scozia, fino alla sua decapitazione, a Fotheringhay, nel Northamptonshire. Allo scenografo James Merifield, il compito di costruire i set ai Pinewood Studios a cui si sono alternati i grandi panorami naturali scozzesi.

Splendidi i costumi, opera di Alexandra Byrne, già premio Oscar per gli abiti indossati dalla Elisabetta I interpretata da Cate Blanchett in Elizabeth: The Golden Age. “Dal momento che la struttura delle scene si alterna fra le due corti, abbiamo dovuto lavorare anche per distinguerle. Ho sviluppato l’idea che lo stile di Elizabeth fosse molto ragionato, come se esprimesse anche la sua grande attenzione alle pubbliche relazioni. Era senza dubbio consapevole del potere della sua immagine. Al contrario Maria, credo, era molto più pragmatica. È stato come raccontare una partita a carte, in cui ogni volta ho dovuto immaginare una mano”, ha spiegato la costumista.

Una curiosità: lo storico John Guy appare in un piccolo cameo, nel ruolo di un vescovo. “Sono presente nella scena del banchetto – ha svelato – nascosto a un lato del tavolo principale“.

Soairse Ronan è la protagonista di Maria Regina di Scozia
Soairse Ronan in Maria Regina di Scozia (Courtesy Press Office)

La trama di Maria Regina di Scozia

La storia è nota – anche ai meno inclini ad aprire i libri – trattata come è stata più volte dal cinema nel passato: Maria Stuarda, Regina di Francia a 16 anni come sposa di Francesco II, già vedova a 18 torna nella natia Scozia per riprendere la corona che le spetta di diritto. Dalla nascita, la sua rivale al trono appartiene ai Tudor: Elisabetta I, la Regina di Inghilterra. Fedele alle ricerche dello storico britannico John Guy (dal cui libro Queen of Scots: The True Life of Mary Stuart è stato tratto il film), la nuova versione della celebre rivalità tra regine vede la sovrana scozzese spogliata da quella patina tipicamente romantica (da Alexander Dumas a Vittorio Alfieri fino a Friedrich Schiller, molto la letteratura tra Sette e Ottocento ha amato Maria Stuarda) per regalarle invece l’immagine di una politica capace e di una leader sicura che puntava a un’alleanza con la cugina Tudor. Licenza artistica – sfruttata anche da Schiller e Donizetti – l’incontro tra le due nella scena clou dell’interno film. L’epilogo – come suggeriscono già i primi minuti – non cambia: è sempre il boia a cui spetta il collo della bella regina.

Margot Robbie è Elisabetta I
Margot Robbie in Maria Regina di Scozia (Courtesy Press Office)

Maria Regina di Scozia, il cast

Saoirse Ronan veste i panni della protagonista mentre Margot Robbie interpreta Elisabetta I. Nel cast anche Jack Lowden, David Tennant, Gemma Chan e Guy Pearce. Ismael Cruz Cordova è Rizzio.

Soarsie Ronan in una scena di Maria Regina di Scozia
Una scena di Maria Regina di Scozia (Courtesy Press Office)

La recensione del film

Non mancherà di infiammare i patiti dei film in costume questa nuova versione della celeberrima faida tra le due regine (almeno 50 gli adattamenti tra cinema e tv): visivamente appagante, attento e godibile nei dettagli, epico nelle scene di massa e nelle riprese delle Highlands scozzesi.

Non facile il compito di Josie Rourke e delle sue due attrici, Saoirse Ronan e Margot Robbie, che si confrontano con un John Ford del ’36 e Katharine Hepburn e Florence Eldridge, con Vanessa Redgrave e Glenda Jackson, dirette da Charles Jarrott nel 1971 e, più di recente, nel 2007, con Cate Blanchett e Samantha Morton e la regia di Shekhar Kapur. Un confronto che non appare impari, anzi. Alla Rourke va il merito di aver confezionato un buon film, figlio dei tempi attuali, rivedendo la rivalità tra le due donne in un’ottica da Me Too, non esente da una retorica a tratti stucchevole eppure necessaria.

Se appare quanto mai opinabile la teoria sottostante al film secondo cui sono gli uomini a essere bellicosi, mai le donne, la regista mostra con tocco aggraziato argomenti trattati spesso come provocatori – e a volte tabù – nella cinematografia al maschile (mestruazioni e cunnilingus in testa).

Brava la Robbie a far scorrere il tempo – e la vita – sul suo volto trasfigurato dal vaiolo e a portare sullo schermo i dubbi e le certezze della sovrana piegata alla ragion di stato; in parte la Ronan nella sua appassionata e sempre giovane Mary, ferma nelle sue scelte e per questo sola fino all’implacabile fine.

Come sempre, per apprezzare le prove attoriali delle protagoniste e cogliere le sfumature dei dialoghi, se ne consiglia la visione nella versione originale; tanto più che sono cinque le lingue sullo schermo. Si parla inglese, con l’inflessione reale e con quella scozzese; il francese (per cui la regista ha coinvolto uno studioso dell’idioma per assicurarsi che fosse fedele ai tempi); il latino, l’italiano e il gaelico scozzese. Dettagli che contribuiscono non poco a ricreare quei tempi eroici in cui si sono consumate le esistenze tragiche delle due regine.

Galleria di immagini: Maria Regina di Scozia, le foto del film con Margot Robbie

Uscita e trailer

Maria Regina di Scozia, diretto da Josie Rourke, con Margot Robbie e Saoirse Ronan, esce al cinema in Italia il 17 gennaio 2019, distribuito da Universal Pictures.