I seguaci dell’allenamento crossfit sono sempre di più anche in Italia: chi pratica questo sistema di fitness brevettato sa che la dieta per il crossfit è fondamentale per ottenere risultati migliori.

Creato da Greg Glassman, il crossfit prevede una serie di allenamenti ad alta intensità e a intervalli con l’obiettivo di migliorare la forma fisica, e si basa un insieme di esercizio aerobico, esercizio di peso corporeo e sollevamento pesi.

Tra gli esercizi ci sono squat, corsa, salto con la corda, arrampicata, spostamento di oggetti, l’utilizzo di anelli, kettlebell, manubri, sollevamento pesi, tutto per per migliorare resistenza, potenza, velocità, precisione, agilità, equilibrio.

Non stupisce, dunque, vista l’alta intensità dell’allenamento, che la dieta svolga un ruolo importante. La maggior parte degli istruttori, anche senza la qualifica di nutrizionista, consiglia di mangiare carne e verdure, noci e semi, un po’ di frutta, poco amido e nessuno zucchero, oppure di affidarsi a diete già precostituite senza carboidrati e che prediligono l’apporto di proteine come la paleo dieta o la dieta a zona.

L’opzione migliore, in realtà, risulta essere un’alimentazione sana ed equilibrata, ma rinforzata per sostenere la spesa energetica e la formazione della muscolatura. Vediamo, allora, la dieta migliore per il crossfit e i consigli da seguire.

  • Non esistono prove scientifiche significative che dimostrano che la Paleo dieta o altre diete a basso contenuto di carboidrati siano efficaci nel migliorare le prestazioni. Infatti, tagliare i carboidrati durante l’allenamento può avere l’effetto opposto, rendendo gli allenamenti più difficili e il recupero più lento, soprattutto nelle donne. Per le donne attive, mangiare carboidrati durante o dopo gli allenamenti può offrire molti vantaggi, tra cui un sistema immunitario potenziato.
  • I carboidrati da scegliere sono quelli a basso indice glicemico: frutta e verdura fresca di stagione (che contengono anche i micronutrienti per il metabolismo cellulare) e cereali integrali, evitando quelli raffinati.
  • Gli alimenti con zuccheri aggiunti, come bibite gassate, dolci industriali, succhi di frutta, sono da eliminare non solo dalla dieta per il crossfit, ma da una qualsiasi alimentazione sana.
  • Le proteine devono essere introdotte in adeguata quantità nella dieta senza eccessi. La conseguenza di dosi massicce è infatti la produzione di cortisolo, chiamato anche ormone dello stress. Il cortisolo aumenta la possibilità di sviluppare insulino-resistenza, il colesterolo e i trigliceridi ematici, e influisce sull’umore. Sempre per evitarle la produzione è importante il giusto recupero tra un allenamento e l’altro.
  • Tra le proteine sono da prediligere carni bianche e pesce, in particolare delle varietà ricche di omega 3 come sgombro, salmone e pesce azzurro. Un integratore di Omega 3 può essere utile durante i periodi di allenamento più intensi.
  • Chi pratica crossfit sa che si tratta di uno sport molto vario, in cui si alternano i periodi di allenamento Power (in cui ci si dedica alla potenza), di allenamento Metabolic (in cui ci si dedica alla resistenza) e di allenamento Crossfit, che mescola tutti e due i precedenti.
  • Nel periodo di allenamento Power servono più proteine, bilanciate con i giusti grassi e i giusti carboidrati, da prendere magari grazie anche a un piccolo snack durante gli esercizi. Utili gli integratori come Creatina e Aminoacidi a Catena Ramificata.
  • Nel periodo di allenamento Metabolic è utile aumentare grassi e carboidrati, e aggiungere comunque integratori come Creatina e Aminoacidi a Catena Ramificata.
  • Nel periodo di Crossfit l’alimentazione deve essere varia e bilanciata.
  • Grassi, carboidrati e proteine, in generale, vanno calcolati non solo in base al tipo di allenamento, ma in base al peso corporeo. Per questo è opportuno che chi pratica Crossfit sia seguito da un nutrizionista e da un medico che prescriva analisi di controllo regolari.