Questa ricetta deve essere eseguita con il radicchio trevisano originale, nonostante non sia semplice da trovare.

È proprio questo ingrediente che fa la bontà del risotto: altri tipi di radicchio non danno lo stesso risultato.

Ingredienti per 4 Persone:

  • 350g di riso;
  • 1 ceppo di radicchio trevisano;
  • 1/2 dl di vino rosso;
  • 2 cucchiaio colmo di parmigiano;
  • 10 gr di burro;
  • 1 cipolla;
  • 2 spicchio d’aglio;
  • 1 ciuffo di prezzemolo;
  • 1.5lt di brodo;
  • olio, sale e pepe.

Preparazione:

Radicchio trevisano

Lavate bene il radicchio. Pulitelo conservando la parte rossa delle foglie e scartando la costa bianca. Tagliate i crespi per il lungo e lavateli. Asciugateli quindi bene, tagliateli a striscioline sottili e metteteli il in una padella con olio e aglio, salate e pepate.

Cuocete per dieci minuti circa col coperchio a fuoco moderato, scoprite e fate asciugare tutta l’acqua, irrorare con il vino e lasciate evaporare.

Nel frattempo portate a ebollizione il brodo. In una casseruola fate appassire la cipolla tritata con metà dose di burro.

Fate tostare il riso e unite il radicchio.

Mescolate spesso, versando il brodo a mestoli per una ventina di minuti circa. Poco prima di ultimare la cottura, aggiustate di sale e pepe e incorporare il trito di prezzemolo. Quando il riso sarà cotto al dente, mantecatelo con il rimanente burro e con il formaggio grattugiato.

Potete decorare il piatto con qualche foglia rimasta di radicchio. Questo piatto, in particolare, è stato fatto con l’aggiunta di speck, da far rosolare insieme alla cipolla.

Vino consigliato per questo piatto è il Barbera D’Alba, dal colore rosso rubino da giovane con tendenza al rosso granato dopo l’invecchiamento. Il profumo è vinoso, intenso e caratteristico. Il sapore è asciutto, di corpo, di acidità abbastanza spiccata, leggermente tannico.