Bradley Cooper: flirt con la Bond Girl Ana de Armas?

Tra i due attori pare essere scoccata la scintilla durante una serata di gala: chi era presente ha descritto un'intesa indiscutibile che potrebbe nascondere altro

Pubblicato il 16 gennaio 2020

Da quando si è separato dalla sua storica partner Irina Shayk, lo scorso giugno, per Bradley Cooper sembra essere iniziato un felice periodo durante il quale si è goduto quanto più la sua vita da single. Di recente il 45enne attore, regista e protagonista di A Star is Born, è stato visto in compagnia più che sospetta di Ana de Armas.

Cubana, 31 anni, bellissima, Ana è entrata a far parte dello star system hollywoodiano grazie a pellicole come Knock Knock, Blade Runner 2049 ma sopratutto l’ultimo incredibile successo, Knives Out – Cena con delitto, nel quale interpretava un’infermiera coinvolta nella misteriosa morte del patriarca di una ricca famiglia altoborghese.

Bradley Cooper, che non tutti sanno essere anche la voce di Rocket Racoon, il procione parlante di tanti film Marvel, è stato fotografato durante una serata di gala in compagnia di colei che a breve vedremo nei panni della prossima Bond Girl in No Time To Die, 25esimo capitolo della saga di 007.

I due sono stati visti lanciarsi sguardi affascinati, intenti in una conversazione serrata dalle tante risate che si è trascinata a lungo. La coppia ha già condiviso un set, quello del film Trafficanti del 2016, ed entrambi hanno alle spalle relazioni molto importanti.

La de Armas è stata infatti sposata con l’attore spagnolo Marc Clotet, da cui ha divorziato dopo 2 anni di matrimonio; Cooper nel dicembre 2006 ha sposato l’attrice Jennifer Esposito, matrimonio terminato dopo pochi mesi, e ha poi frequentato sia Renée Zellweger che per l’appunto la supermodella Irina Shayk, da cui ha avuto una figlia nel 2017.

Aveva fatto molto parlare i giornali la presunta relazione sul set tra Cooper e l’attrice – cantante Lady Gaga, co-protagonista di A Star is Born: tuttavia sembra che proprio che quell’intesa mostrata in tanti eventi fosse il frutto di un astuto e ben architettato battage pubblicitario per promuovere la pellicola, che è stata nominata a 8 premi Oscar, tra i quali ha vinto unicamente quello per la miglior canzone, Shallow.

 

Seguici anche su Google News!