Oscar 2020: la foto di gruppo con tutti i candidati di quest’anno

Tanti gli assenti quest'anno, per un evento che sia un'occasione per fare relazioni pubbliche sia un momento di preparazione tecnica alla cerimonia di premiazione

Storia

Come ogni anno anche per la 92esima edizione dei Premi Oscar è stato organizzato un pranzo di gala per tutti i candidati, presso la Roy Dolby Ballroom, a Hollywood (una nuova location che sostituisce il Beverly Hilton). Tantissime ovviamente le celebrità presenti, una concentrazione di star del cinema che probabilmente viene superata solamente dalle effettive premiazioni degli Academy Awards e dei Golden Globes.

L’evento si è aperto con un momento di silenzio per ricordare Kobe Bryant, il giocatore di basket scomparso insieme alla figlia Gianna e a sette altre persone nello schianto di un elicottero in volo. Bryant aveva presenziato all’evento solo due anni fa, quando era stato nominato (risultando poi vincitore) per il suo corto animato Dear Basketball.

La tradizione prevede che venga scattata una foto collettiva, che in quest’occasione prevedeva più di 100 persone raccolte per comparire nella stessa immagine (non a caso il formato è molto schiacciato in orizzontale, in modo da poter raccogliere tutti i presenti).

Non si tratta solo di un evento di gala, ma anche di un momento in cui i membri dell’Academy offrono alcune indicazioni tecniche ai nominati, per esempio sulle entrate sul palco e i discorsi, che dovrebbero essere quanto più brevi possibili, ma interessanti.

Attori, registi, produttori e tecnici poi si ritrovano per fare pubbliche relazioni, mettere in cantiere qualche progetto e creare sinergie, dato che la competizione è appannaggio sopratutto dei reparti marketing dei grandi studio, che come sempre spendono milioni di dollari per ottenere nomination e statuette.

Stranamente il numero degli assenti era molto alto e comprendeva nomi di assoluto rilievo come Joaquin Phoenix, Anthony Hopkins, Antonio Banderas, Adam Driver, Scarlett Johansson, Saoirse Ronan, Martin Scorsese, Elton John, Margot Robbie.

Secondo i presenti durante l’elenco dei candidati il nome del regista coreano Bong Joon-Ho, autore del favorito Parasite, è stato il più applaudito in assoluto, ma anche quelli di Laura Dern, Robert DeNiro, Al Pacino, Renee Zellweger, Brad Pitt e Greta Gerwig hanno avuto ovazioni rilevanti.