Quando si arreda o si ristruttura casa, tra tutti i colori che si vagliano, si prende anche in considerazione di scegliere la cucina nera. In passato solo il legno era adibito alla più vissuta delle stanze, poi sono arrivati i colori tenui come crema e verdino, infine la sensibilità contemporanea ha portato alla ribalta le tinte pop, più accese, dalle finiture lucide e dall’effetto vitaminico, come giallo, arancio, rosso.

Il nero è uno degli ultimi colori entrati tra le tendenze della cucina, ma si è fatto subito strada fra le altre proposte per una serie di ragioni. Vediamo, allora, 5 motivi per scegliere la cucina nera.

  1. Aria sofisticata. Appena si guarda una cucina nera si viene subito colpiti dalla sua aria sofisticata, a prescindere dalla finitura, che si riflette poi su tutto l’ambiente. Se state cercando di dare un “tono” alla stanza, il nero è proprio il colore che fa per voi.
  2. Abbinamento con gli elettrodomestici. Spesso gli elettrodomestici della cucina sembrano difficilmente amalgamabili con i mobili, sempre stonati con l’ambiente. La cucina nera ha un allure ultra moderno, che li ingloberà al meglio, inoltre sia gli elettrodomestici bianchi e che inox saranno perfetti. In alternativa ne esistono anche di neri, ma bisogna stare attenti a non esagerare per non incupire l’atmosfera.
  3. Esaltazione con l’illuminazione. L’illuminazione di lampadari e faretti che spesso si utilizzano per le zone dove si mangia o si lavora sarà perfetta per esaltare la cucina nera, che è decisamente la più bella sotto i fasci di luce.
  4. Abbinamento con tutti i colori. Uno dei vantaggi del nero è che si abbina con tutti i colori, dunque per pavimenti, pareti, stoviglie, top ci sarà solo l’imbarazzo della scelta. L’ideale è scegliere un paio di colori che stanno bene tra loro – o un colore e elementi in legno – e aggiungerli qua e là per dare allegria, luce e movimento.
  5. Resistenza e durevolezza. La cucina nera ha bisogno di poca manutenzione e, nonostante questo, se di qualità si dimostra durevole e resistente: le cucine bianche per esempio tendono a ingiallire, le altre a scolorirsi a seconda dei detersivi usati. Con i piani della cucina nera basta un colpo di spugna.