Sul lavoro, come in molti altri campi della vita, bisogna saper accettare critiche e suggerimenti quando provengono da un collega più esperto, o meglio ancora dal proprio capo. Indipendentemente dal tipo di mansione e dai miglioramenti richiesti, mai essere in collera o, ancor peggio, andare in depressione. Innanzitutto si deve partire dal presupposto che lo sbaglio è sempre dietro l’angolo.

L’errore può essere commesso in qualsiasi momento anche se quel determinato lavoro è stato ripetuto per anni e lo si conosce a memoria. Detto questo si può passare ai consigli pratici e dunque, in primis, ogniqualvolta si finisce un compito o si porta a termine un progetto è bene revisionarlo prima che finisca nelle mani del capoufficio.

Se il proprio collega di reparto dovesse far notare uno sbaglio, è bene essere grati e non mettere il broncio pensando che sia una sorta di umiliazione: se fosse vero questo aspetto il primo a saperlo sarebbe il capo e non voi.

Solitamente chi vede la situazione dall’esterno riesce a individuare cosa c’è di sbagliato, perciò si deve metter via l’orgoglio, ammettere lo sbaglio – in particolare se non è la prima volta che accade – e fare tesoro delle critiche che sono state rivolte perché, se ignorate, alla prossima occasione si commetteranno gli stessi errori. In questo senso si può chiedere il consiglio di una persona fidata per avere un parere obiettivo e capire se la critica ha ragion d’essere. Ѐ di estrema importanza esaminare i fatti con raziocinio ed eventualmente ammettere il torto, avanzando anche la proposta di risolvere insieme il problema.

Così facendo si creano i presupposti per il lavoro di squadra, perché è importante che tutti i dipendenti seguano la stessa rotta. Se si ha qualcosa contro un collega è bene parlarne con lui o lei e chiarire tutto, ma ricordarsi anche che le critiche sono rivolte al lavoro e non alla persona. Al più presto deve sparire anche la collera residua perché potrebbe influenzare negativamente, sostituendola con un atteggiamento positivo e allegro. Inoltre, si deve cercare di fare al meglio il proprio lavoro perché, prima o poi, sarà riconosciuto.

Fonte: Wikihow