Le acconciature Anni 60 sono tornate di moda, insieme a tutto ciò che è Sixties: è possibile realizzarle anche a casa, dando tanto spazio a volume, cotonature e femminilità pronunciata. Il bello delle acconciature, poi, è che non sono scelte drastiche o definitive, come nel caso di un taglio: basta impegnarsi nei passaggi per realizzarle quando desideriamo dare un tocco vintage al look.

L’abbinamento perfetto vede le acconciature Anni 60 insieme a un trucco con occhi da gatta e rossetto rosso, a completare un outfit leggermente retro: l’importante è comunque non esagerare con i particolari provenienti dal passato, per non sembrare la caricatura di una donna degli anni Sessanta, piuttosto che una ragazza di oggi dal look glamour e piacevolmente vintage.

Le acconciature Anni 60 potrebbero sembrare complicate, ma seguendo passo passo le istruzioni si possono realizzare con facilità. Abbiamo chiesto all’hair stylist Giuseppe Tessier, dei saloni romani Tessier Hairdressers, di spiegare grazie a un video tutorial per DireDonna come realizzare una proposta di acconciatura Anni 60.

Cosa serve per realizzare un’acconciatura Anni ’60

  • Spazzola piatta
  • Pettine
  • Ciambella
  • Elastico a gancio
  • Spugna per ciambella
  • Mollette
  • Forcine
  • Lacca

Come realizzare un’acconciatura Anni 60

  • Pettinate i capelli con la spazzola, con il pettine fate una riga laterale e poi – sempre con il pettine – ricavate due ciocche laterali frontali. Dalla parte superiore dei restanti capelli ricavate una sezione irregolare, fate una coda e bloccatela con l’elastico a gancio.
  • Prendete la spugna per ciambella, arrotolatela sulla coda e fermatela in cima con le forcine: meno capelli avete più grande deve essere la spugna (per creare volume).
  • Prendete ora una ciocca laterale dai capelli sulla nuca, mettete la lacca, cotonate con il pettine la ciocca verso l’interno, poi spazzolatela esternamente, infine passatela prima sotto lo chignon poi sopra in senso antiorario, arrotolandola e bloccandola con mollette e forcine.
  • Prendete un’altra ciocca laterale – stavolta dall’altro lato della testa – e ripete la procedura: mettete la lacca, cotonate internamente e pettinate esternamente, incrociate con quella precedente la ciocca in senso orario sullo chignon e bloccatela. Ricavate due ciocche dai capelli rimanenti sulla nuca e procedere come con le ciocche precedenti: cotonate la sinistra, se necessario, e incrociate in senso antiorario, bloccando con mollette e forcine; fate la stessa cosa con la restante ciocca, incrociandola però in senso orario.
  • Dividete ora una delle due ciocche laterali in due metà, una superiore e una inferiore. Prendete la ciocca inferiore, mettete la lacca, pettinate con la spazzola, schiacciate la ciocca in direzione delle nuca e fermatela con le mollette. Pettinate su tutta la lunghezza, mettete la lacca e fatela girare in senso orario per portala sopra lo chignon, poi bloccatela. Ripetete il tutto con la sezione inferiore della ciocca laterale opposta: mettete la lacca e fermatela con le mollette, pettinate la ciocca, mettete altra lacca, portate la ciocca in su con movimento antiorario.
  • Tornate a lavorare la ciocca sul lato opposto: prendete la ciocca più vicina allo chignon, mettete la lacca, cotonate l’attaccatura all’interno e pettinate la parte esterna. Mettete altra lacca e fate scendere la ciocca verso il basso sopra lo chignon, bloccatela a metà di esso e ripiegate la coda rimanente su se stessa, bloccandola con mollette. Fate la stessa cosa con un’altra ciocca dell’altro lato della testa, ma incrociatela su un lato verso lo chignon e bloccatela sotto l’acconciatura.
  • Prendete l’ultima ciocca sul lato opposto a quest’ultimo e schiacciatela per bloccarla con le mollette; nascondete poi il resto della ciocca nell’acconciatura. Prendete l’ultima ciocca, mettete la lacca e pettinate, passatela sopra le mollette sul lato della testa per coprirle, bloccatela nella parte centrale dell’acconciatura e completate con lacca su tutta la testa.