Un tempo esisteva solo San Valentino, in teoria considerata la festa degli innamorati, di fatto è sempre stata la festa dei fidanzati: un’occasione per scambiarsi regali e sdolcinate frasi d’amore. Per ovviare a questo fraintendimento o per par condicio o ancora per ragioni commerciali, da qualche anno a questa parte si è deciso di istituire la festa dei cuori solitari: San Faustino.

È così che San Faustino (festeggiato il 15 febbraio) patrono della città di Brescia è divenuto anche protettore dei single. La scelta del santo, oltre a ovvi motivi di contingenza temporale, si può spiegare prendendo in considerazione l’origine del nome. Faustino è un nome di origine latina che significa propizio, favorevole, quindi la scelta del santo vuole essere un auspicio ad a trovare l’anima gemella.

Ma come festeggeranno i 6 milioni di sigle italiani? Se vi siete sentiti tristi e depressi a causa della sindrome di San Valentino, non preoccupatevi perché oggi è la vostra giornata e in molte città sono previsti festeggiamenti di ogni tipo.

A Napoli presso il locale S’Move si terrà una serata organizzata da Speed Date, società che da anni si occupa di realizzare feste e vacanze per gli spiriti liberi. L’ormai conosciuto gioco dello speed date sarà accompagnato da degustazioni di prodotti tipici del posto. Festeggiamenti simili si svolgeranno in altre città italiane, come Torino, Milano e Roma, dove si terrà la decima edizione della Festa di San Faustino.

I più tranquilli potranno optare per una serata in pizzeria con con gli amici, perché magari con l’aiuto di San Faustino il ragazzo del tavolo accanto si rivelerà essere proprio la nostra dolce metà tanto a lungo cercata.

E voi come festeggerete il vostro San Faustino?