L’attrice di “StregheAlyssa Milano qualche giorno fa ha festeggiato il primo compleanno della sua piccola Elizabella Dylan, nata il 4 settembre dell’anno scorso. Per l’occasione la Milano ha voluto dedicarle un post dolcissimo sui suoi profili social con l’aggiunta di una foto in cui tiene stretta a sé la bimba:

Mi hai insegnato che il mio cuore non ha fine. Sei il pezzo mancante della mia anima. Grazie per aver scelto me.

D’altronde, durante questo ultimo anno, l’attrice ha voluto condividere spesso sul web momenti intimi con la piccola di casa, soprattutto quando la neonata era attaccata al suo seno. Criticata da molti utenti per questa scelta, Alyssa ha sempre difeso la sua decisione di rendere pubblico il momento dell’allattamento, tanto da dichiararlo anche in un’intervista a “ET“:

Non mi interessa se mi criticano. Ho intenzione di continuare ad allattare, magari fino a quando Elizabella avrà 6 anni […]. Chiunque tira fuori i suoi capezzoli (vedi Miley Cyrus). Credo che le persone siano maggiormente a proprio agio a parlare dei loro seni “in campo sessuale” e non in relazione allo scopo per cui sono stati creati, per alimentare un altro essere umano.

E non è la sola a sostenere questa idea. Anche una star nostrana, Eva Riccobono, ha spesso pubblicato foto in fase di allattamento, difendendo a spada tratta la sua decisione:

Mio figlio lo allatto tutte le volte che vuole. Se cerca un conforto, piange, viene, fa una ciucciatina e sta tranquillo. Le sembra possibile che su dieci mamme che incontro, nove dicono di non avere avuto latte? Fosse vero, saremmo l’unica specie a non poter nutrire i nostri piccoli. Saremmo già estinti.