Carisma e naturalezza, accarezzati dal fascino e dalla raffinatezza dei freschi aromi floreali provenienti dall’Oriente: il mondo olfattivo costruito da Allure Chanel, profumo della Maison omonima, riesce ad avvolgere e ammaliare corrompendo i sensi ed edificando una femminilità autentica.

La silhouette femminile, priva di artefici, costruita da Mademoiselle Gabrielle Chanel si tuffa, come d’incanto, nel profumo dolce e polveroso, che esplode in accordi inizialmente fruttati; con il passare del tempo, poi, si fa spazio il cuore ricco e cipriato, caratterizzato da una struttura olfattiva diversa dalla solita piramide, realizzata pensando ad un prisma. Le sei impressioni (orientale, fiorita, fresca, fruttata, speziata, sensuale), elementi cardine del profumo, si schiudono uno a uno, mostrando lentamente il cuore frizzante della fragranza. Fiabescamente la donna diventa poliedrica, con un’anima ricca di leggende da narrare, di ricordi e di vissuti lambita, come gli anelli con Saturno, da satelliti olfattivi dolci e, allo stesso tempo, non scontati.

La sua composizione unisce le note frizzanti del mandarino, la dolcezza della rosa e la sensualità della vaniglia, portando alla ribalta, in accezione goffmanniana, un lavoro di studio e di accortezza, nonché di sapiente ricerca, che ha accompagnato la realizzazione della fragranza. Le note floreali, fruttate e orientali, sono sublimate, quasi con accortezza alchemica, così da mettere in scena una bellezza dimenticata dallo scorrere della storia, elegante e decisa, che riesce a rapire l’attenzione dell’ambiente circostante, spazzando via l’aura di rigore che caratterizza i tempi contemporanei.

chanel_allure

Sicuramente, il profumo è dedicato a tutte coloro che hanno la grinta di affrontare la vita cosmopolita; alcuni accordi ben si sposano con una maschilità delicata, dai lineamenti puliti ed androgini. È la versatilità della fragranza a renderla unica: è l’unicità che genera a contatto con ogni tipo di pelle a definirne l’eccellenza.