Lo sapevate, bambini, che ci sono altre mamme affettuose come le vostre, che si prendono cura dei loro piccoli esattamente come fanno le vostre mamme?

Ascoltate questi episodi che vi faranno capire di quanto amore siano capaci anche le micine e le…galline. Incredibile, ma vero. Anche se non mancano fra le specie animali le madri senza cuore…Ma l’amore materno non ha confini.

La gatta ha fatto i micini!…

Così grida entusiasta il bambino che vede la sua bella micetta attorniata da sei batuffoli rosei e tremanti. I micini per qualche giorno hanno gli occhi chiusi, la codina spelacchiata e non si reggono in piedi. Ma ben presto, nutriti dal latte della loro mamma, imparano a correre, aprono gli occhi e la loro coda si copre di un folto pelo.

La gattina ha compiuto la funzione della ”riproduzione”, cioè ha fatto sì che la specie cui essa appartiene si continui. Da quei micini diventati adulti nasceranno altri micini e così via…Tutti gli animali, come pure tutte le piante, si riproducono, ma in modo assai diverso, a seconda della specie cui appartengono. Ma resta il fatto che quella mamma continua a prendersi cura dei suoi piccoli a modo suo: li lecca per lavarli, ma anche per dimostrare loro tutto il suo amore di mamma.

Coccodè! Coccodè!

Non si sbaglia: la gallina ha fatto l’uovo. Molti bambini di campagna, quando sentono il grido con cui la gallina dà notizia dell’importante avvenimento, vanno nel nido a bersi quell’ovino caldo caldo. Quei bambini fanno una cura ricostituente di prim’ordine . Ma qualche volta la gallina non si muove dal nido: sta ben accovacciata e brontola se le si va vicino. La mamma avverte il bambini: “lasciala stare, che sta covando!”. Infatti, dopo qualche giorno, si sente un grande tramestio, un gran pigolio nel pollaio. Le uova, covate da mamma gallina, si sono schiuse e ne sono usciti tanti pulcini, con il beccuccio aperto, a chiedere il cibo con molta prepotenza. Quei pulcini sono nati dall’amore della mamma, che ha saputo tenere ben al caldo le uova dalle quali sono venuti fuori, come voi venite fuori dalla pancia delle vostre mamme.

Madri senza cuore…

Può darsi che ci siano delle mamme senza cuore? Qualche volta può capitare anche fra le persone: ma è un caso molto, molto raro. È più facile il contrario: che ci siano madri che di cuore ne hanno fin troppo. In senso figurato, naturalmente: per cuore s’intende la bontà, l’amore materno…

Ebbene no. Ci sono anche madri senza l’amore materno: madri senza cuore sono le femmine dei pesci. Queste poco amabili signore depongono le uova in un luogo adatto e poi se ne vanno per i fatti loro. Le uova si schiudono e ne nascono i pesciolini, così piccini e così numerosi che, per quanti ne vengono mangiati dai pesci più grossi, ne avanzano sempre.