Amy Winehouse, scomparsa prematuramente a soli 27 anni, torna a far parlare di sé grazie a uno dei suoi album più amati di sempre, “Back to black”; non sono state però le velleità artistiche della cantante ad andare sotto i riflettori, ma il bellissimo abito indossato per la copertina del disco, messo all’asta e venduto a Londra per una cifra che ammonta a 43.200 sterline. Ad aggiudicarsi il cimelio color crema a pois rossi, impreziosito da un cinturone in pendant con pois e allacciato in vita, è stato il museo della moda di Santiago in Cile.

Galleria di immagini: Amy Winehouse

Amy Winehouse, sempre contraddistintasi per la sua voce black e un look retrò, era solita vestire con abiti stile anni ’50 e, infatti, questa mise rappresenta bene la personalità dell’artista che, ai tempi dell’album, non era ancora così conosciuta come oggi. La casa d’aste Kerry Taylor Auctions, specializzata in {#moda} vintage incaricata di vendere l’abito i cui proventi andranno tutti alla Fondazione dedicata alla Winehouse che aiuta i giovani caduti nel dramma dell’alcolismo e della droga, ha ricevuto questo abito proprio dalla sua stilista, una giovane studentessa del Central Saint Martins, Disaya Sorakraikitikul.

Kerry Taylor, proprietaria della casa d’aste, ha raccontato come si è svolta l’intera vicenda:

«Amy non era ancora così famosa, aveva fatto un piccolo album, ma non era ancora la star che sarebbe diventata e così la stilista le ha prestato l’abito per il servizio fotografico che successivamente le è stato restituito».

Il padre della defunta Mitchell Winehouse, venuto apposta per onorare la sua memoria, ha ricordato le sensazioni provate quando vide quell’abito indosso alla figlia:

«Sembrava molto fragile con quel vestito perché in quel periodo era tanto magra».