Angelina Jolie e Brad Pitt formavano, prima del divorzio, la coppia più bella, ammirata e famosa di Hollywood. Tuttavia, essere delle star internazionali di questo calibro è più difficile di quanto si pensi, soprattutto quando di mezzo ci sono sei figli sotto i riflettori da proteggere da insidie esterne.

A quanto pare, i Brangelina hanno una grande preoccupazione, ossia che i loro figli possano essere rapiti per poi richiedere un riscatto milionario. Per questo, i due ex coniugi decidevano scrupolosamente chi potesse avvicinarsi ai loro bambini e in quali situazioni. A rivelarlo è Mark Bellingham, un ex membro decorato dell’esercito britannico, che ha rilasciato un’intervista al The Sun, raccontando dei suoi diciotto mesi come capo della sicurezza della famiglia Jolie-Pitt.

“La più grande preoccupazione di Brad e Angelina era la possibilità di un rapimento dei bambini, a causa del denaro”, ha spiegato la guardia del corpo. Per questo, la coppia si sentiva sempre a disagio quando qualcuno si avvicinava ai loro figli, tanto che erano sempre circondati da bodyguard.

I due attori si fidavano di Billingham, secondo quanto da lui dichiarato. “Loro si fidavano di me con i bambini. Potevo portarli ovunque volessi da solo”. Diversa era però la situazione in cui, per motivi di sicurezza, l’uomo si serviva di agenti esterni: “quando portavo persone extra, non volevano si avvicinassero ai bambini. Queste guardie del corpo potevano vegliare su di loro solo a distanza ma non potevano fisicamente toccarli”.

Mark Billingham ha trascorso così tanto tempo con Maddox, Paz, Zahara, Shiloh, Vivienne e Knox, da “fare da padre, praticamente”. Ed è questo il motivo che l’ha spinto a rinunciare al suo incarico, visto che anche lui è padre di sei figli. “Avevo perso la direzione della mia famiglia trascorrendo ore infinite cercando di tenere d’occhio la famiglia famosa. Non avevo mai una vita privata; ero esausto. In 17 mesi, sono stato a casa solo per sei settimane. Era un lavoro troppo a tempo pieno”.

Oltre alla sicurezza dei figli, la guardia del corpo era addetta alla sicurezza di Angelina Jolie e Brad Pitt. Billingham ha raccontato di aver varie volte difeso l’attrice da stalker. “Angie stava filmando in mezzo alla folla e tutti sorridevano a parte una persona: sembrava arrabbiato”, ha spiegato l’uomo riguardo a uno spiacevole episodio. “Un paio di giorni dopo stavamo andando via dal set e questo ragazzo è apparso correndo nella strada con foto da autografare. Lei voleva scendere ma ho insistito per farlo io e portarle le foto. Dopo averle viste, sono rimasto sorpreso di quando personali fossero gli scatti. Il ragazzo è poi scappato via ma è riapparso giorni dopo vicino all’hotel e allora l’ho fatto arrestare”.

Tuttavia, era Brad Pitt a richiedere la maggiore protezione. “Le persone amano Angelina Jolie ma odiano lui”, ha spiegato Mark Billingham, “c’era bisogno di capire come trovare un modo di proteggerli tutti. Era una sfida, ma interessante”.

Galleria di immagini: I figli di Angelina Jolie e Brad Pitt, foto