Antonella Clerici risponde all’ipotesi formulata dai media, che la accusano di aver puntato i piedi per sistemare il palinsesto a beneficio del suo “Ti lascio una canzone“. In realtà, non si è trattato di una fuga per evitare di andare in onda il mercoledì, che su Canale 5 sarà dedicato a “Il peccato e la vergogna” con Gabriel Garko, né un affronto a Maria De Filippi e al suo “C’è posta per te”.

Il talent della Clerici e il varietà della De Filippi andranno infatti in onda il sabato sera, anche se la Clerici esordirà questo venerdì. Anche Canale 5 sposterà la De Filippi, per provare a entrare nel vivo della competizione.

Le puntate di quest’anno previste per “Ti lascio una canzone” saranno dieci, una in più della passata edizione, più la festa conclusiva. I bambini che vi prenderanno parte vengono da tutta Italia e non solo provenienti dalle scuole di canto. Si vuole tendere a mettere in evidenza la personalità dei bambini, magari grazie all’aiuto del giovane Frank Matano, che instaurerà attraverso scherzi e giochi un rapporto con loro. In giuria ci sono Massimiliano Pani e Stefania Sandrelli, mentre la prima puntata avrà già degli ospiti eccezionali, Gigi D’Alessio e Dionne Warwick.

La Clerici ha raccontato nel corso della conferenza stampa:

Non sono scappata dalla serata della fiction di Garko per incontrare la mia amica Maria, sarei una matta, ma cercherò di giocarmela, cercherò di strapparle qualche punticino.

Il programma sarà registrato presso la sede di Napoli, e il sabato sembra essere il giorno adatto, dato che la Clerici è impegnata quotidianamente con “La prova del cuoco“, anche come autrice. Per questa ragione e per il cast, che appare il migliore di sempre, il programma è stato spostato al sabato.

Il direttore di Rai 1 Mauro Mazza ha spiegato, prima di conoscere il palinsesto dell’ammiraglia Mediaset:

Se venerdì prossimo Rai 1 proporrà “Ti lascio una canzone” e Canale 5 punterà su “C’e posta per te” sarà una bella sfida dal punto di vista editoriale. Il binomio Rai-sede di Napoli si sta consolidando, la rete è molto riconoscente nei confronti di Antonella Clerici. Non bisogna dimenticare il successo del suo Festival di Sanremo, uno dei motivi che ha contribuito alla buona riuscita della mia direzione: Rai 1 le vuole bene. È facile capire perché, anche durante le trattative per il suo compenso, ho sempre sostenuto che “Ti lascio una canzone” fosse inimmaginabile senza di lei.