Arredare casa anche assecondando il gusto personale non è mai facile e la scelta di mobili e accessori potrebbe diventare ancora più difficile se si sceglie lo stile Liberty. Nato in Europa negli anni della Belle Epoque, a cavallo tra il 1800 e 1900, ancora oggi il Liberty è uno degli stili più raffinati e unici con tutta la ricchezza di dettagli tipici della cultura orientale, le linee sinuose dai motivi floreali con fili d’erba, fiori e foglie. Generalmente i mobili in questo stile sono dotati di grande fascino ed eleganza ma sono poco funzionali. Se abbinato in maniera corretta, lo stile Liberty  – noto anche con il nome di Art Nouveau -, riesce a dare agli ambienti domestici un tocco di grande gusto ed eleganza. Se, al contrario, si percorre la strada di scelte improvvisate e basate sulla poca conoscenza, si rischia di ottenere un risultato decisamente kitsch. Ecco alcune idee e consigli per realizzare un arredamento liberty rispettando tutti i canoni dello stile.

È consigliabile optare per complementi (per tutti gli ambienti: cucina, soggiorno, bagno e camere) che siano sontuosi e allo stesso tempo classici. Le linee devono essere morbide e con dettagli dorati, i mobili slanciati e, preferibilmente di colore chiaro e realizzati in legno di quercia oppure di frassino. Per dare colore agli ambienti invece è bene scegliere una carta da parati di tonalità chiare, beige o panna, con stampe orientali o, ancora meglio, floreali.

Altro dettaglio che contraddistingue questo stile è la luce che deve penetrare in abbondanza negli ambienti, ma dovrà essere leggermente alterata. Per questo motivo si prediligono i vetri colorati, multicolor o di una sola tonalità, non solo per le finestre ma anche per le lussuose lampade icona dello stile liberty. Nella scelta delle finestre, è bene evitare di accentuare e forzare eccessivamente lo stile: il bagno o solo una zona di un ampio ambiente si prestano perfettamente a questi giochi di luce e colori.

Nella zona notte è preferibile abbinare il letto con comodini e armadi che dovranno avere forme curvilinee e dettagli in oro. Una scelta analoga va fatta in soggiorno: il divano e il resto del mobilio devono avere una fantasia simile a quella utilizzata per la carta da parati, oltre alle forme importanti date dalle imbottiture trapuntate. Anche il pavimento è parte fondamentale per l’arredamento: a scacchi bianco e nero oppure colorato a comporre forme geometriche o floreali. Per aumentare il senso di ricchezza e abbondanza di questo stile, si possono scegliere grandi tappeti di colore scuroche possano contrastare e spezzare la carta utilizzata per ricoprire le pareti e la tonalità chiara dei mobili. Tutta questa sfarzosità si può alternare con la scelta di un tavolo da pranzo e di sedie classiche e con design semplice ed essenziale per la parte superiore; le gambe dovranno invece riprendere i motivi curvilinei del divano.

Foto: Amazing rich interior with antique furniture – Shutterstock