Azzurra, calda, avvolgente: la coperta di Linus, l’adorabile personaggio nato dalla matita di Charles Monroe Schulz, è da sempre sinonimo di protezione. Non a caso, il fratellino di Lucy la chiama “la coperta di sicurezza” e per questo MetLife, la società da 150 anni leader nel settore delle assicurazioni, ha scelto il mondo dei Peanuts per la presentazione milanese di Protezione Junior, il nuovo prodotto assicurativo dedicato ai più piccoli.

Nell’incantevole cornice di Cascina Cuccagna, il complesso del Settecento strappato all’abbandono e divenuto luogo di incontro e aggregazione, laboratorio attivo di cultura e un punto di riferimento per la ricerca comune di benessere sociale, MetLife in collaborazione con Nielsen è partita con il presentare gli interessanti dati di una ricerca che svela quali sono le sfide e le preoccupazioni dei genitori che hanno figli fino ai 15 anni. Nel mentre, i piccoli presenti all’evento erano occupati a improvvisarsi artisti in erba in un laboratorio di pittura su T-shirt.

Come prevedibile, il contesto socio-economico genera ancora grande preoccupazione negli italiani: appena il 31% degli intervistati si mostra ottimista rispetto alla propria situazione economica e al proprio tenore di vita se si immagina in prospettiva nei prossimi 5 anni. Infatti, la malattia e gli infortuni dei figli rappresentano un timore per la stabilità economica familiare secondo 1 genitore su 4 e il 40% degli intervistati è consapevole che il tempo passato con i propri figli viene anche speso a vigilare sulla loro incolumità e la loro salute.

L’età più pericolosa? I genitori italiani non hanno dubbi: si tratta di quella compresa fra i 12 e i 15 anni, e puntano il dito contro un grande classico, le così dette “cattive compagnie” (l’81% dei genitori le teme), seguite dall’uso improprio delle tecnologie (indicate dal 57% degli intervistati), entrate prepotentemente nelle nostre vite attraverso pc e smartphones, e dagli incidenti stradali (per il 41% dei genitori). Eppure, e sembra un controsenso, il 74% dei genitori utilizza Internet per cercare una soluzione a problemi e preoccupazioni: la tecnologia sembra quindi essere davvero percepita come un’arma a doppio taglio.

Ma quanto tempo passano i genitori italiani con i propri bambini e ragazzi? E cosa fanno insieme le famiglie italiane? Due terzi dei genitori trascorre giornalmente una media di 3 ore e mezza con i propri figli, principalmente le ore serali, con una netta preponderanza delle mamme rispetto ai papà. Si tratta di ore dedicate soprattutto allo studio e agli accompagnamenti, ma anche alla nutrizione e… al gioco! Cambia anche la rappresentazione dell’infanzia: più ricca di stimoli e occasioni rispetto al passato, migliore rispetto alla propria per il 51% dei genitori, ma anche più pericolosa secondo la percezione del 69% degli intervistati.

La soluzione proposta da MetLife è proprio una polizza assicurativa, in grado di tutelare il futuro dei figli e garantire un sostegno economico in caso di imprevisti che possano mettere in difficoltà, anche economica, la famiglia.

Galleria di immagini: MetLife: le foto dell'evento a Milano

Publiredazionale