L’avena nella dieta alimentare è un cereale che racchiude in sé innumerevoli proprietà per il benessere del nostro organismo, lo sapevate? Innanzitutto ha un basso indice glicemico, il che la rende particolarmente adatta ai diabetici e a chi deve tenere gli zuccheri sotto controllo. Inoltre è ricca di potassio, vitamina B, calcio, fosforo e oligominerali e agisce sull’organismo come riequilibrante del sistema energetico e nervoso.

Le proprietà dell’avena hanno numerose applicazioni non solo nell’alimentazione ma anche nel mondo della bellezza tra creme, prodotti per i capelli, oli, detergenti, saponi e quant’altro. Viene ad esempio utilizzata molto negli shampoo perché favorisce la produzione di melanina e aiuta così a mantenere il colore dei capelli. Si trova anche in molte creme ristrutturanti e fiale energizzanti in quanto aiuta a prevenire la perdita di capelli, e a renderli più morbidi, setosi, facili da pettinare e sani.

In dermatologia l’avena viene spesso utilizzata tra i componenti di molte creme e oli per la pelle, dato che questa ha un effetto emolliente sulle pelli secche, sensibili o irritate. Spesso viene utilizzata anche in prodotti specifici per la cura e la detersione dei bambini e dei neonati per le sue proprietà lenitive, idratanti e detergenti.

Nelle diete l’avena è una componente che aiuta, abbinata a una corretta alimentazione, a tenere sotto controllo il colesterolo. Viene consigliata anche nelle diete dimagranti perché aiuta a sentirsi più sazi e sempre pieni di energia. Tra le fibre contenute nell’avena ci sono i beta-glucani che aiutano a mantenere sotto controllo il peso, conservare l’equilibrio degli zuccheri e dell’insulina, a migliorare la regolarità intestinale e a dare sollievo a chi soffre di gonfiore e ritenzione idrica.

Infine l’avena agisce anche sui sintomi della depressione, del nervosismo e dell’insonnia. Dunque è ideale per chi si trova ad affrontare un periodo di forte stress.

Utilizzare l’avena in cucina e mangiarla spesso durante la settimana è piuttosto semplice. Deve essere lavata prima della cottura e poi messa a cuocere in acqua con un po’ di sale per circa un’ora. Quindi può essere usata come base per svariate ricette, ad esempio nel minestrone al posto del più classico riso. Anche i fiocchi d’avena possono essere utilizzati per varie preparazioni, con tempi più veloci, dato che non richiedono una cottura preventiva. Sono ottimi per colazione con il latte o lo yogurt e un po’ di frutta secca.

Fonte: DonnaD.