Ballando con le stelle, giunto quest’anno alla sesta edizione, stupisce ancora una volta e sbaraglia la concorrenza di Gerry Scotti, anche se con un leggero calo di share del 2% rispetto alla prima puntata.

Il programma di Milly Carlucci ha raccolto 5.482 mila spettatori con il 27,12% di share. “Io canto”, invece, ha totalizzato 5.189 mila spettatori con il 23,19% di share.

Per festeggiare questo successo inaspettato, la signora del sabato sera si è concessa un regalino non da poco: sabato prossimo il “ballerino per una notte” sarà il neo acquisto della RAI Maurizio Costanzo.

Soddisfazione da parte della conduttrice, soprattutto perché la concorrenza di Gerry Scotti è molto agguerrita, anche grazie al programma fotocopia di “Ti lascio una canzone”, successo di Rai Uno, che certamente verrà replicato nei prossimi mesi.

Ecco cosa ha dichiarato la signora Carlucci:

Questa edizione è la sesta ed è la più difficile perché, a questo punto, devi davvero volare alto, anzi altissimo. Abbiamo a che fare con una concorrenza forte: non ci hanno mai fatto sconti. È una bella soddisfazione, indubbiamente.

Puntata ricca di conferme e colpi di scena quella di sabato sera. Ad essere eliminata è stata la coppia formata da Stefano Pantano e Tina Hoffman. Ospite d’onore la campionessa olimpica Federica Pellegrini, all’altezza della situazione, ma come non aspettarselo da lei.

Un po’ di delusione sul fronte della giuria: troppe manie di protagonismo, soprattutto da parte di Guillermo Mariotto, che non ha esitato a rifilare uno zero a Veronica Olivier e Raimondo Todaro, facendo compagnia alla presidentessa Carolyn Smith, mai così spietata.

Coppie che fanno scintille si sono confermate quella composta da Lorenzo Crespi e Natalia Titova, Benedetta Valanzano e Dima Pakhomov e la rivelazione Barbara De Rossi, in compagnia di Simone Di Pasquale. Si attendono sorprese dal divo di Beautiful Ronn Moss.

Intanto sabato prossimo si consumerà una nuova sfida degli ascolti. Riuscirà la presenza di Maurizio Costanzo a innalzare il termometro dell’auditel? E soprattutto, cosa penserebbero quelli di Mediaset, in caso di una sconfitta, a proposito del conflitto di interessi generatosi in casa De Filippi/Costanzo? Staremo a vedere.