Il sesso e l’erotismo sono molto cambiati nei tempi del Web 2.0. La nascita dei social network, di Facebook in particolare, ha modificato il modo di percepirli anche rispetto ai siti dedicati, o a quelli che sono indirizzati a fare nuove conoscenze anche per instaurare relazioni stabili. Nell’ultimo periodo anche la tecnologia ha contribuito al cambiamento, con un’app che permette di incontrare persone che vogliono fare sesso senza nessun preliminare di circostanza, senza nessun implicazione sentimentale e soprattutto senza nessun rimorso. Si chiama Bang With Friends e ha diviso il popolo della Rete tra fautori e indignati.

=> Scopri i segreti del sesso imbarazzante

Da molti anni, il sesso e l’erotismo vengono percepiti dal Web come qualcosa di completamente libero e quest’app per Facebook vuole eliminare le ipocrisie di tutte quelle parole che vengono dette per corteggiare una persona, per portarla a dimenticare le proprie inibizioni. Il prodotto, seppure interessante, appare controverso. E quello che ci si chiede a questo punto è: cosa sta cambiando davvero? Il corteggiamento non è un fattore importante, di conquista, che conduce a ricevere un premio agognato, in questo caso il sesso?

=> Scopri i benefici del sesso agognato

Si tratta di domande interessanti seppur retoriche. Molto probabilmente quest’app servirà ad aiutare i timidi e incarnerà una tendenza che si è diffusa ormai da molti anni: persone sconosciute si contattano, via Facebook, via Twitter o semplicemente via blog, si incontrano e finiscono inevitabilmente per fare sesso. A volte il tutto si trasforma in una storia seria, quando avviene la percezione di una comunanza di interessi e magari di caratteri, altre volte si trasforma in niente, in un bel ricordo eccitante e un voltare pagina e magari avanti il prossimo.

Il corteggiamento tuttavia ha una funzione importante per l’essere umano: anche gli animali amano in molti modi, esiste l’amore innato che mamma tigre ha per i suoi tigrotti, il cane per la mano che lo nutre, il gatto per la propria casa. Ma nel regno animale non esiste la monogamia, il sesso per amore, che è invece tipico dell’essere umano. E se magari non è sempre amore, è comunque attrazione, che non è un sentimento esclusivamente fisico ma coinvolge situazioni, odori, percezioni sensoriali ed extrasensoriali, memoria e molto altro. Sicuramente le tecnologie aiutano ad andare avanti con la comodità, agevolano la vita di tutti, ma si è proprio sicuri di non regredire dal punto di vista dell’umano sentire?

Fonte: Thedailybeast.