Forte, decisa e grintosa, Barbara Berlusconi entra oggi nel club dei trentenni.

Nata ad Arlesheim, in Svizzera, nel 1984, dalle seconde nozze tra l’ex premier Silvio Berlusconi e Veronica Lario, la “Berluschina”, così simpaticamente rinominata dai media italiani, è considerata il nuovo volto della famiglia Berlusconi nonché imprenditrice del futuro. E bene sì perché dopo la sua laurea da 110 e lode in Filosofia all’Università di Vita-Salute San Raffaele nel 2010, la sua strada nel mondo dell’imprenditoria non è stata che in salita.

A soli 19 anni, nel 2003, entrò a far parte del consiglio di amministrazione di Fininvest. Con i fratelli Eleonora e Luigi possiede la Holding Italiana Quattordicesima e sono attivi nel mondo dell’edilizia possedendo quote di aziende come Facile.it (20%) e Belfin Uno (79,6%).

La svolta comincia nel 2010, subito dopo la laurea, entrando come stagista in Via Turati, per sei mesi, per entrare poi, nel 2011, nel consiglio di amministrazione dell’A.C. Milan. Dopo pochi anni, nel novembre 2013, Lady B viene nominata nuovo Vicepresidente e Amministratore Delegato con delega alle funzioni sociali non sportive dell’associazione. Prima di lei, a guidare una squadra di serie A è stata Flora Viola – vedova di Dino Viola – che salì a capo della Roma dopo la perdita del marito.

Ma Barbara ha qualcosa di diverso – oltre ad una bella presenza, ovviamente – una caparbietà e forse anche testardaggine merito dei geni paterni e materni, ma forse anche dal fatto che, anche se giovane, Barbara è madre di due figli e sa come trovare il meglio da qualsiasi situazione.

Questo è stato notato dal momento in cui ha preso in mano il suo incarico e ha iniziato a confrontarsi con il vicepresidente Galliani, facendo scaturire il suo spirito imprenditoriale puntato verso il futuro e una fiducia nei confronti di un Milan venturo, con degli ideali ben saldi. Il Milan del futuro secondo Barbara è un Milan rifondato, composto da gente più giovane ma capace e che volge a debellare una governance litigiosa, ma che sia anche in grado di ingaggiare i nuovi e giovani talenti prima che questi diventino dei veri top player richiesti da tutti.

Galleria di immagini: Barbara Berlusconi e Lorenzo Guerrieri

photo credit: calciostreaming via photopin cc