È passato solo qualche giorno dai recenti Billboard Music Award che già in rete imperversa il videoconfronto tra la performance di Beyoncé, impegnata a presentare al grande pubblico il suo nuovo singolo “Run The World (Girls)”, e quella dell’italianissima Lorella Cuccarini. Proprio dalla conduttrice e cantante nostrana la bella Knowles avrebbe tratto ispirazione per la sua coreografia, un coinvolgente mix di suoni, immagini e mosse di danza proiettati alle sue spalle.

Per rinfrescare la memoria, bisogna tornare indietro al febbraio del 2010, quando la Cuccarini è stata ospite del Festival di Sanremo per presentare il suo nuovo musical, “Il pianeta proibito”, esibendosi in una danza scatenata di Luca Tommassini, italico coreografo apprezzato anche oltreoceano per aver le sue collaborazioni con Madonna, Michael Jackson e Geri Halliwell, solo per citarne alcuni.

Galleria di immagini: Beyoncé - Run The World (Girls)

“Mi ha fatto piacere: che il mercato dello showbiz più importante del mondo si ispiri a un’idea italiana, dà una certa soddisfazione. Ma non è la prima volta e non sarà l’ultima. La notizia me l’ha data un mio fan, mi ha mandato il link della performance su Facebook. Ho pensato: “l’ha detto e l’ha fatto”. Luca Tommassini mi aveva raccontato di aver ricevuto una telefonata da Beyoncé che aveva visto l’esibizione di Sanremo e voleva che lui curasse il suo tour”.

Questo è quanto ha dichiarato la stessa Lorella all’agenzia di stampa AdnKronos, anche in seguito al corposo passaparola che ha fatto rimbalzare subito la notizia da un sito all’altro, fino ad arrivare proprio negli Stati Uniti. La showgirl ha anche aggiunto che lo stesso Tommassini era stato costretto a rinunciare a causa del contratto con la Rai per “Domenica In“, il quale l’avrebbe tenuto impegnato nei mesi seguenti tanto da impedirgli la collaborazione con l’artista di Houston.

“Comunque devo ringraziare ancora una volta Sanremo, Antonella Clerici e il suo staff che hanno creduto in quella performance: fare sei minuti sul palco dell’Ariston, con la sala tutta al buio e le nostre luci, è stata una scommessa, poi vinta con un picco d’ascolto altissimo. Se non avessi fatto Sanremo non sarebbe potuto accadere perché Beyoncé non avrebbe visto la coreografia“.