Breaking Dawn, il quarto episodio della saga “{#Twilight}” che vede Robert Pattinson e Kristen Stewart tra i protagonisti, provocherebbe epilessia. La notizia anomala arriva dagli Stati Uniti, dove pare che si siano verificati attacchi epilettici e svenimenti durante la visione del film.

La scena incriminata di Breaking Dawn è quella del parto sanguinolento di Bella (Kristen Stewart) che dà alla luce Renesmee, la figlia di Robert Pattinson. Velocissimi flash rossi, bianchi e neri presenti nella scena, sono considerati una specie di attacco fotosensibile, “incentivato” dal buio della sala cinematografica.

Galleria di immagini: Breaking Dawn: immagini ufficiali dal film

Secondo lo specialista di neurologia pediatrica del Sutter Sacramento, Michael Chez, si tratterebbe di un effetto stroboscopico molto violento che innesca episodi di epilessia fotosensibile nelle persone giù predisposte:

«È come un interruttore della luce, perché colpisce il cervello tutto in una volta».

Il notiziario americano della CBS ha riportato i numerosi incidenti segnalati attraverso Internet e il caso più grave di un uomo che, in California, ha avuto una crisi convulsiva durante la scena cruciale dell’ultimo film di Bill Condon.

«Aveva convulsioni e ansimava cercando di respirare».

Così ha dichiarato la ragazza dell’uomo, Kelly Bauman. Un altro uomo di Salt Lake City ha cominciato a tremare, a emettere suoni in preda alla confusione per poi perdere i sensi.

Le polemiche intorno a “Breaking Dawn” ricordano la vicenda dei Pokemon, che venne ritirato dal mercato proprio perché, a causa delle immagini velocissime, aveva causato ai bambini crisi epilettiche.

Fonte: Horror Magazine