Le giocatrici della nazionale femminile di calcio del Canada si schierano a fianco della loro CT, l’ex calciatrice azzurra Carolina Morace che ha comunicato alla Federazione nordamericana di essere intenzionata a lasciare la guida della squadra dopo i mondiali che si svolgeranno dal 26 giugno in Germania.

La decisione di Morace è arrivata a causa dello scarso supporto garantito al commissario tecnico dai vertici federali e sta creando un certo scompiglio all’interno dello spogliatoio, tanto che le ragazze canadesi hanno già dichiarato che se i dirigenti non faranno cambiare idea all’italiana si rifiuteranno di scendere di campo, come ha spiegato il capitano del Canada, Christine Sinclair:

Galleria di immagini: Carolina Morace

“È il nostro modo di mostrare il nostro supporto. Morace ha portato un nuovo modo di fare calcio, di allenarci, si è guadagnata il nostro rispetto e la nostra ammirazione. Prima del suo arrivo eravamo un gruppo di atlete, lei ci ha trasformato in calciatrici.”

Evidentemente l’impatto di Carolina Morace con il calcio femminile canadese è stato ottimo, tanto da instaurare un rapporto di stima e fiducia da parte delle giocatrici. Adesso la palla passa ai responsabili della Federazione, che hanno a disposizione alcuni mesi per accontentare Morace e scongiurare così lo sciopero annunciato dalla squadra.