La parola menopausa deriva dal greco men (mese) e pausis (fine) e indica letteralmente l’ultima mestruazione della donna. Clinicamente, però, la menopausa fa parte di un periodo più lungo, chiamato climaterio, che inizia alcuni anni prima della fine del ciclo mestruale, caratterizzato da cambiamenti dell’attività delle ovaie, le prime irregolarità mestruali, e si conclude alcuni anni dopo la menopausa.

La scomparsa delle mestruazioni è soltanto una dei segni più evidenti della menopausa, ma non certo il mutamento più importante che avviene nel corpo della donna. Tutto parte dall’interruzione dell’attività ovarica e quindi della fertilità.

Il progressivo esaurirsi della produzione di ormoni femminili altera un equilibrio che ha accompagnato la donna per tutta l’età fertile: provoca disturbi e malesseri e attenua, fino ad annullarlo, quel “privilegio biologico” (nei confronti del maschio) che l’aveva protetta da molte malattie, per esempio quelle cardiovascolari. Gli estrogeni e il progesterone influiscono infatti su tutto l’organismo e su numerosi processi vitali: il cervello, il cuore, la pelle, il sistema nervoso, le ossa, gli organi genitali, il metabolismo dei grassi, la vita delle ossa.

L’età media della menopausa è compresa tra i 45 e i 55 anni. Per la donna europea la media è di circa 50 anni.

Grazie al progresso medico e al miglioramento delle condizioni economiche e sociali si è verificato da un lato la diminuzione della mortalità e dall’altro l’allungamento della durata della vita media, tanto che la donna, la cui età media è di circa 82 anni, trascorre un terzo della sua vita in menopausa.

I disturbi più frequenti che accompagnano la menopausa sono: vampate, sudorazioni, eccessiva irritabilità, sbalzi d’umore e via dicendo. La loro intensità dipende dal soggetto. Lo stesso si può dire per i fattori di rischio per malattie degenerative che spesso si accentuano dall’età della menopausa: ipertensione, ipercolesterolemia, iperglicemia, osteoporosi, sovrappeso e per le malattie croniche che possono derivarne.

La prima e più efficace risposta per combattere i disturbi della menopausa consiste nella riscoperta di corrette abitudini di vita, quali un’alimentazione equilibrata, il controllo del peso corporeo, della regolare attività fisica, l’eliminazione di fumo e alcool.

Un valido aiuto per contrastare i sintomi della menopausa è rappresentato inoltre dagli integratori.

Per gentile concessione di Antiaging Club, sito nato in collaborazione con AMIA (Associazione Medici Italiani Antiaging) per sensibilizzare gli utenti sulle tematiche dell’Antiaging, inteso come prevenzione di malattie dovute all’invecchiamento e preservazione di salute e bellezza.