Il soggiorno è uno degli ambienti domestici in cui generalmente si passa più tempo: tra un momento rilassante a guardare la televisione o a leggere un libro comodamente sul proprio divano, una serata in famiglia o condivisa con gli amici a cena, il salotto è senza dubbio un luogo tra i più importanti della casa e per questo deve essere arredato ad hoc.

Prima di arredare il proprio soggiorno potrebbe risultare opportuno tenere da conto una serie di fattori: ecco alcuni pratici consigli su come arredare il proprio salotto.

  • Misure. Ovviamente, prima di iniziare a pensare quali mobili acquistare e la loro disposizione nella stanza, è importante sapere la sua grandezza: per questo motivo può essere utile realizzare una pianta con le misure della stanza (porte, finestre e caloriferi compresi) e regolarsi poi con la disposizione della mobilia.
  • Imbiancatura delle pareti. Specie se l’ambiente del salotto risulta essere particolarmente ristretto, grazie all’imbiancatura si può dare l’impressione di trovarsi in una sala più grande, oltre che luminosa: la scelta dei colori, infatti, è molto importante, ma bisogna tenere da conto che questi dovranno abbinarsi comunque con tutta quella serie di elementi che compongono un soggiorno, dal divano ai pavimenti all’arredo in generale. Per questo motivo potrebbe essere una buona idea cercare di evitare i colori troppo scuri optando, invece, per tonalità più neutre come il bianco: se invece il colore sembra essere troppo “banale”, si può sempre scegliere una tonalità chiara del grigio, magari dedicando una parete a uno stile particolare, come lo spugnato.
  • Budget. Come per l’arredamento di ogni casa, è fondamentale stabilire un budget con il quale poi ci si indirizzerà nella scelta della mobilia. Un basso prezzo non sempre è sinonimo di qualità scadente, basta cercare le occasioni giuste, specie durante il periodo degli sconti.
  • Stile. Una volta determinato il proprio budget allora potrebbe essere necessario cercare di capire lo stile che si vuole seguire per arredare il proprio soggiorno: questo non deve essere per forza uno solo, ma è bene anche unirne di più, così da avere un risultato unico e sempre originale. Questo può essere fatto cercando di unire elementi moderni a quelli più vintage.
  • Comodità. Specie se sono presenti dei bambini in casa, è opportuno optare per la comodità: se gli spazi lo consentono si potrebbe optare per divani spaziosi oppure delle soluzioni che permettono di non trascurare anche la parte estetica come divani a L oppure divani composti da una semplice chaise longue o dei pouf. Molto utile è anche il tavolino basso.
  • Illuminazione. Perché tutti i componenti d’arredo riescano a risaltare meglio, è fondamentale scegliere anche la giusta illuminazione: per questo motivo è importante scegliere magari dei lampadari a soffitto che siano composti da più lampadine, in orizzontale, in modo da arrivare in più punti dell’ambiente.