Evitare gli sbalzi termici è uno dei metodi di prevenzione migliori per la nostra salute e per evitare di ammalarsi. Sono proprio gli sbalzi di temperatura infatti i principali colpevoli di comuni malesseri come il raffreddore, la tonsillite e la sinusite, la raucedine, l’influenza, il mal di testa e anche le irritazioni agli occhi.

Spesso si è portati a pensare che sia il freddo in sé a causare il rischio di ammalarsi mentre invece sono gli sbalzi improvvisi di temperatura a determinarlo. Nel corpo umano esiste infatti una ghiandola, l’ipotalamo, che assolve al compito di termoregolatore interno dell’organismo, ma quando il cambiamento di temperatura è troppo brusco, questo non è preparato ad affrontarlo.

Cosa fare quindi per evitare di ammalarsi? Cercare prima di tutto di mantenere la temperatura tra l’esterno e gli ambienti interni il più possibile equilibrata. Se è estate e ci sono 35°, è del tutto controproducente tenere l’aria condizionata a 15° come molto spesso accade anche in ambienti pubblici come supermercati e centri commerciali.

Quando si tratta di luoghi nei quali non siamo in grado di regolare la temperatura è importante però essere preparati scegliendo un abbigliamento adatto. Ecco perché rimane sempre utile il consiglio di vestirsi a strati, in modo da potersi spogliare o coprire a seconda delle circostanze.

Durante l’inverno esiste il problema opposto, si passeggia per strada a temperature che possono arrivare a massimo 10° e si entra in ambienti surriscaldati che provocano al corpo una sorta di shock al quale questo può reagire ammalandosi.

Oltre la temperatura è anche importante regolare il tasso di umidità negli ambienti, che dovrebbe aggirarsi sempre sul 40-50%. Questo si può ottenere puntando il termostato tra i 19 e i 22° e ponendo sopra i termosifoni gli appositi deumidificatori.

Nella stagione invernale infatti il troppo calore all’interno degli ambienti può portare a una secchezza della pelle e delle vie respiratorie con conseguente raucedine e mal di gola. Bere spesso acqua e succhi naturali può essere un semplice rimedio a questo fastidio.

Per evitare di ammalarsi non bisogna poi trascurare le sane abitudini quali l’alimentazione leggera, un costante esercizio fisico e rispettare le comuni norme igieniche quali lavarsi spesso le mani, non frequentare luoghi troppo affollati e poco aerati ed evitare di sottoporre l’organismo a cambiamenti troppo traumatici.

Anche il giusto ritmo veglia sonno aiuta il corpo a mantenersi più sano e resistente agli attacchi esterni per cui non dimenticate di regalarvi sempre la giusta dose di relax.