I piedi necessitano di cure anche e soprattutto in inverno e non solo durante l’estate quando sono esposti allo sguardo di tutti. Purtroppo troppo spesso ci si dimentica di questa parte fondamentale del corpo mentre è proprio nella stagione più fredda che essi necessitano di più cure in quanto a causa delle basse temperature e della ridotta traspirazione dovuta alle calze e alle scarpe chiuse vi è un rallentamento del ricambio delle cellule della pelle, con conseguente disidratazione e rischio di funghi e batteri.

Come prendersi cura dei piedi in inverno? Per iniziare ogni mattina camminare scalze per qualche minuto, arcuando e flettendo il più possibile il piede. Questa semplice ginnastica aiuta a stimolare le terminazioni nervose preparando il piede allo sforzo che dovrà sopportare per tutta la giornata.

=>LEGGI anche: piedi perfetti, tutti i trucchi

Durante il giorno è bene che il piede sia sempre comodo e anche se non si vuole rinunciare alle scarpe con i tacchi è opportuno lasciare quelli a spillo solo per le occasioni serali e preferire tacchi più bassi e larghi per le attività quotidiane. Le calze dovrebbero essere cambiate quotidianamente per ovvi motivi di igiene e per evitare il proliferare di microbatteri tra le dita dei piedi.

Alla sera per combattere la stanchezza accumulata e riattivare la circolazione fare un pediluvio caldo con acqua e sale e poi massaggiarli con movimenti rotatori dalle dita verso il tallone spalmando una crema specifica a base di urea che ammorbidisca la pelle e prevenga la formazione di calli e duroni.

=>LEGGI anche: rimedi per i dolori ai piedi, spesso è colpa delle scarpe

Prima di andare a letto ancora un po’ di ginnastica: divaricate le dita dei piedi il più possibile, poi stringetele e di seguito allungatele verso l’alto. Un altro esercizio molto utile è quello di mettersi in punta di piedi e mantenere la posizione per qualche secondo e ripetendo per una decina di volte.

Infine la giusta cura va riservata anche alle unghie ponendo particolare attenzione ai cambiamenti di colore (tendenza al giallo) e consistenza che possono segnalare la presenza di una infezione, la onicomicosi che se non curata può causare la caduta delle unghie. Quando invece le unghie sono sane basta tagliarle periodicamente e stendere uno smalto rinforzante trasparente.

Fonte: cidimu.